Arteriosclerosi: fattori di rischio e diagnosi

L’arteriosclerosi è una malattia cronica e progressiva delle arterie che si manifesta in età adulta o avanzata ed è dovuta all'ispessimento e alla perdita di elasticità dei vasi sanguigni. È causata dal deposito di grassi (colesterolo e fosfolipidi) che formano una placca (ateroma) che riduce l’ampiezza interna delle arterie e, di conseguenza, una diminuzione del flusso sanguigno che raggiunge le aree del corpo irrorate dall'arteria malata.


I termini di arteriosclerosi e aterosclerosi sono spesso usati indifferentemente come sinonimi; in realtà con il termine arteriosclerosi si identificano tutte le forme di indurimento, ispessimento e perdita di elasticità della parete arteriosa che includono l’aterosclerosi, l’arteriolosclerosi e la sclerosi calcifica.

L’arteriosclerosi è una delle cause principali delle malattie cardiovascolari, vale a dire delle malattie che colpiscono le arterie, in qualsiasi distretto, e provocano danno o morte delle cellule presenti negli organi che irrorano. Ne sono un esempio l'infarto del miocardio, l'ictus e l’arteriopatia periferica. L'arteriosclerosi si sviluppa lentamente nel corso della vita, i primi segni sono già presenti nell'infanzia, ma spesso non dà luogo a disturbi e quando compaiono i primi segnali la malattia cardiovascolare è già in uno stadio avanzato.

Le placche arteriosclerotiche

Il restringimento delle arterie è dovuto alla formazione di placche, denominate ateromi, dovute al deposito di grasso (colesterolo e fosfolipidi), trasportato dal sangue, al di sotto del rivestimento interno dell’arteria e alla proliferazione di tessuto connettivo. Si tratta di uno dei tessuti di cui è composto il corpo umano e svolge una funzione di collegamento, sostegno, difesa, nutrimento degli altri tessuti di cui è composto l’organismo. L’evoluzione della placca può portare alla riduzione sempre più marcata della dimensione interna dell’arteria, alla sua ulcerazione con formazione di trombi e, nei casi più gravi, alla sua ostruzione.

I rischi per la salute provenienti dall’arteriosclerosi

L'arteriosclerosi non dà alcun segnale della sua presenza né alcun disturbo fino al manifestarsi della malattia vera e propria. Se non curata adeguatamente, questa condizione è alla base di diverse malattie cardiovascolari come ad esempio:
• Cardiopatia coronarica, condizione in cui le arterie coronarie, che garantiscono l’afflusso di sangue e di ossigeno al cuore, sono ostruite da una placca formata da grasso, colesterolo, calcio e altre sostanze circolanti nel sangue.
• Angina pectoris, dolore toracico che, di solito, compare a seguito di uno sforzo intenso, come camminare a passo svelto in salita e scompare a riposo entro 10 minuti.
• Infarto del miocardio, compare con dolore improvviso al centro della parte anteriore del torace, descritto come una morsa, che non diminuisce con il riposo. È dovuto alla morte di una parte del tessuto muscolare del cuore provocata dal restringimento o dall'ostruzione di un’arteria coronaria o di un suo ramo. L’ostruzione della coronaria, infatti, rende insufficiente l’apporto di sangue, e quindi di ossigeno, al cuore.
• Ictus, danno a una parte del cervello che resta priva di ossigeno a causa della diminuzione, o dell’interruzione, del flusso sanguigno in un’arteria del cervello. Ciò provoca la riduzione della funzionalità di quelle aree del corpo controllate dalla zona danneggiata. Circa l’80% degli ictus è dovuto alla presenza di un coagulo di sangue che ostruisce parzialmente, o completamente, l’arteria cerebrale. Tale situazione è denominata ictus ischemico. L'ictus emorragico, invece, rappresenta circa il 20% dei casi ed è dovuto alla rottura di un’arteria cerebrale.

I fattori di rischio per lo sviluppo dell’arteriosclerosi

Esistono dei fattori che possono aumentare il rischio di sviluppare l'arteriosclerosi, anche se la causa principale dell’indurimento delle arterie rimane l'invecchiamento.

I principali fattori di rischio sono:
• età;
• fumo;
• alimentazione squilibrata e troppo ricca in calorie, in grassi saturi (grassi di origine animale), in colesterolo, in sale e zuccheri e povera in fibre, minerali e vitamine;
• mancanza di esercizio fisico;
• sovrappeso e obesità;
• eccessivo consumo di alcol;
• eccesso di colesterolo nel sangue;
• ipertensione;
• diabete;
• familiarità, parenti di primo grado colpiti da eventi cardiovascolari in età giovane (infarto o ictus prima dei 55 anni negli uomini e prima dei 60 anni nelle donne).
Alcuni di questi fattori, come l’età, il sesso e la familiarità, non sono modificabili. Gli stili di vita invece, come l’alimentazione scorretta, la mancanza di esercizio fisico, l’abuso di alcol e l’abitudine al fumo possono essere modificati, riducendo così il rischio di sviluppare arteriosclerosi e l'insorgenza di malattie cardiovascolari.

La diagnosi dell'arteriosclerosi

Se si ritiene di essere a rischio di arteriosclerosi è consigliabile consultare il proprio medico che valuterà:
• Età e genere, il sesso maschile è più colpito di quello femminile. Le donne hanno più probabilità di ammalarsi dopo la menopausa.
• Peso e altezza, il sovrappeso e l’obesità sono fattori di rischio per l’arteriosclerosi.
• Abitudine al fumo.
• Malattie cardiovascolari in famiglia, parenti di primo grado (padre, madre, fratelli, sorelle e figli) che abbiano avuto un infarto o un ictus in giovane età, vale a dire prima dei 55 anni negli uomini o prima dei 65 anni nelle donne.
• Ipertensione arteriosa, ipercolesterolemia e diabete.
Sulla base del livello di rischio rilevato, il medico può chiedere esami specifici come l’eco-doppler, un'ecografia che permette di vedere l’interno dei principali vasi sanguigni e studiare il flusso del sangue, o l’angiografia, un esame radiologico che consente di visualizzare le immagini dei vasi sanguigni e, eventualmente, prescrivere farmaci.

Stili di vita e controlli periodici

Alla base delle condizioni che favoriscono lo sviluppo dell'arteriosclerosi, ci sono gli stili di vita. La sana alimentazione, accompagnata da regolare e quotidiana attività fisica, da astensione al fumo fin dalla prima infanzia proteggono contro l'insorgere della malattia. Quando l'arteriosclerosi è in fase avanzata la terapia farmacologica può essere di aiuto per ridurre il rischio di sviluppare malattie cardiovascolari purché sia prescritta dal medico curante. Per mantenere in forma il cuore è fondamentale scegliere uno stile di vita sano ed eseguire controlli periodici. Nella nostra sede centrale di Viale Michelangelo 13 è possibile prenotare la tua visita cardiologica e tutti i test necessari per monitorare la salute del sistema circolatorio.

AMBULATORIO DI CARDIOLOGIA BASILE

Vomero - Sede Centrale
Viale Michelangelo, 13
tel. 081 578 12 62 - 081 578 43 43

Fonte: issalute.it

Prestazioni

Cerca tra le prestazioni

Esami di Laboratorio

  • Chimica Clinica
  • Ematologia
  • Microbiologia
  • Radioimmunologia
  • Biologia Molecolare
  • Dosaggio farmaci e droghe
  • Test di intolleranza alimentare
  • Tossicologia
  • Breath Test
  • Ricerca Papilloma Virus
  • Diagnostica Allergologica
  • Approfondisci

Radiologia Diagnostica

  • Radiologia digitale
  • Risonanza Magnetica Aperta
  • TAC 3D Multislice
  • Ecografia
  • Ecocardiografia
  • Ecocolodoppler
  • Mammografia digitale
  • M.O.C. Dexa
  • Ortopantomografia
  • Dentascan
  • Approfondisci

Medicina Nucleare

Scintigrafie
  • Cardiologica
  • Renale
  • Endocrinologica
  • Epatica
Ricerca di patologie a carattere focale
  • Lesioni ossee di tipo benigno o maligno
  • Ricerca di lesioni primitive (vascolari, neoplastiche, flogistiche)

Convenzioni

Il Centro Basile è accreditato con il Servizio Sanitario Nazionale, con l'ASL Napoli 1 e convenzionato con numerosi Enti.

L'elenco degli esami in convenzione e le relative tariffe sono disponibili in accettazione e alla seguente pagina web.

È necessaria l'impegnativa del Medico di base ed un documento di riconoscimento.
Approfondisci

Servizio trasporti

Sede Principale

  • 7:00 - 20:00
    (Prelievi: 7.00 - 12.00 / 15.00 - 17.00)
  • 7:00 - 13:00 (Prelievi: 7.00 - 11.00)
  • 8:00 - 13:00 (Prelievi: 8.00 - 11.00)
  • NAPOLI Viale Michelangelo, 13
  • 081.5781262 - 081.5789596 - 081.5784343
  • 081.5788792

Sede Arenella (solo laboratorio)

  • 7:30 - 12:30 / 15.30 - 18.30
    (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • 7:30 - 12:30 (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • NAPOLI Via Giacinto Gigante, 86/88
  • 081.5448849
  • 081.5448849

Sede Vomero (solo laboratorio)

  • 7:30 - 12:30 / 15.30 - 18.30
    (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • 7:30 - 12:30 (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • Via Raffaele Morghen 129 – Napoli
  • 081.5788467
  • 081.5788467

Sede Rione Alto (solo laboratorio)

  • 7:30 - 12:00 / 15.30 - 18.00
    (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • 7:30 - 12:30 (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • Via Pasquale del Torto - uscia ascensore Metro Linea 1 – Napoli
  • 081.5468732
  • 081.5468732

Sede Soccavo (Radiologia Diagnostica e Laboratorio)

Reparto Laboratorio

  • 7:30 - 13:30 / 14.30 - 18.30
  • 7:30 - 12:30

Reparto Radiologia

  • 8:30 - 13:30 / 14.30 - 18.30
  • 8:30 - 12:30
  • NAPOLI Via Epomeo, 219
  • 081.7283816
  • 081.7283816

Sede Fuorigrotta (Solo Laboratorio)

  • 7:30 - 13.00 / 15.00 - 18.30
    (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • 7:30 - 11:00 (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • NAPOLI Via E. Arlotta, 21
  • 081.2391774

Sede P.co San Paolo (Solo Laboratorio)

  • 7:30 - 12.00 / 15.30 - 18.00 (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • 8.00 - 11.30 (Prelievi: 8.00 - 10.30)
  • NAPOLI Via M. Bakunin, 15
  • 081.7678065

Scrivici