Allergie alimentari: colpa del cibo-«spazzatura»?

E se alla base dell'aumento delle allergie alimentari ci fosse anche il consumo di troppo cibo «spazzatura»? A lanciare l’ipotesi, per la prima volta, è uno studio italiano.


Secondo i ricercatori dell’università Federico II di Napoli, il frequente ricorso al «junk food» potrebbe essere responsabile dell’incremento degli «Age», composti in grado oltre un certo limite di determinare un effetto dannoso per la salute. Tra le possibili conseguenze di un aumento dei loro livelli nell’organismo, c’è la capacità di sviluppare un’iperreattività nei confronti di alcuni allergeni alimentari.

Cosa sono gli «Age»

Gli «Age» sono composti - l’acronimo sta per prodotti di glicazione avanzata - che si formano a seguito di una reazione tra uno zucchero e una proteina. La loro presenza è maggiore nei dolci, negli alimenti di origine industriale, nei prodotti da forno e fritti. Possono inoltre svilupparsi a seguito di cotture (grigliate o fritture) a elevate temperature. Queste molecole sono in grado di determinare una forte ossidazione e si sospetta che siano coinvolte nei meccanismi di insorgenza del diabete e di altre malattie croniche legate all’invecchiamento. La possibile correlazione con le allergie alimentari è nuova e matura in un’epoca in cui queste malattie sono cresciute di pari passo con il consumo di cibo-«spazzatura». Ma l’ipotesi è credibile, soprattutto considerando che queste molecole già in passato sono state rilevate in valori oltre la soglia in persone affette da allergie di altro tipo. E che, nei mesi scorsi, consumi eccessivi di sale erano stati correlati all’insorgenza della dermatite atopica. Gli «Age» fungerebbero da «innesco» della risposta immunitaria alla base di tutte le allergie alimentari.

Tutta colpa del «junk food»?

Gli studiosi sono giunti a questa conclusione dopo aver osservato tre gruppi di bambini (6-12 anni): i sani, quelli alle prese con un’allergia alimentare e i piccoli pazienti affetti da un’allergia respiratoria. Rilevando la concentrazione di «Age» sotto la loro cute, i ricercatori hanno misurato livelli più elevati nei bambini del secondo gruppo. L’incremento è risultato significativo rispetto ai valori emersi dagli altri due campioni. Da qui l’ipotesi che possa esserci anche il loro zampino alla base dell'incremento delle allergie alimentari. L’azione degli «Age» potrebbe rappresentare l’anello mancante in grado di spiegare l’aumento dell’incidenza di queste malattie. I fattori ambientali e la dieta, d’altra parte, sono da tempo osservati speciali, anche se serviranno ulteriori riscontri.

Alcuni possibili rimedi

Alcune allergie alimentari, come quelle al latte e all’uovo, nel 90-95% dei casi si risolvono spontaneamente entro i dieci anni. La frutta a guscio (noci, nocciole), le arachidi e il pesce sono, invece, allergeni più aggressivi. Salvo poche eccezioni, chi è allergico a questi alimenti rimarrà tale per tutta la vita. Per molto tempo, l’approccio all’allergia alimentare si è basato sulla scelta di evitare gli alimenti implicati, il riconoscimento precoce e il trattamento tempestivo di un’eventuale reazione avversa a seguito dell’ingestione accidentale dell’alimento. Da qualche anno si parla molto anche di immunoterapia orale specifica. Si tratta della possibilità di non obbligare una persona a limitare la propria dieta, inducendo una «tolleranza» attraverso la somministrazione di quantità crescenti dell’alimento contenente l’allergene. In questo modo si può raggiungere uno stato di desensibilizzazione che permette al paziente di aumentare gradualmente le dosi di alimento senza sviluppare reazioni allergiche. Questo approccio ha fornito prove di efficacia per il latte, le uova e gli arachidi, ma gli esperti raccomandano di ricorrervi soltanto sotto la stretta sorveglianza di uno specialista allergologo.

Come diagnosticare un'allergia alimentare

Nel nostro Ambulatorio di Allergologia, attivo nella sede centrale di Viale Michelangelo 13, è possibile prenotare la visita allergologica ed effettuare il prick test e il RAST test per le allergie alimentari. Prenota il tuo screening allergologico al numero 081- 578 12 62.

Fonte: fondazioneveronesi.it

Prestazioni

Cerca tra le prestazioni

Esami di Laboratorio

  • Chimica Clinica
  • Ematologia
  • Microbiologia
  • Radioimmunologia
  • Biologia Molecolare
  • Dosaggio farmaci e droghe
  • Test di intolleranza alimentare
  • Tossicologia
  • Breath Test
  • Ricerca Papilloma Virus
  • Diagnostica Allergologica
  • Approfondisci

Radiologia Diagnostica

  • Radiologia digitale
  • Risonanza Magnetica Aperta
  • TAC 3D Multislice
  • Ecografia
  • Ecocardiografia
  • Ecocolodoppler
  • Mammografia digitale
  • M.O.C. Dexa
  • Ortopantomografia
  • Dentascan
  • Approfondisci

Medicina Nucleare

Scintigrafie
  • Cardiologica
  • Renale
  • Endocrinologica
  • Epatica
Ricerca di patologie a carattere focale
  • Lesioni ossee di tipo benigno o maligno
  • Ricerca di lesioni primitive (vascolari, neoplastiche, flogistiche)

Convenzioni

Il Centro Basile è accreditato con il Servizio Sanitario Nazionale, con l'ASL Napoli 1 e convenzionato con numerosi Enti.

L'elenco degli esami in convenzione e le relative tariffe sono disponibili in accettazione e alla seguente pagina web.

È necessaria l'impegnativa del Medico di base ed un documento di riconoscimento.
Approfondisci

Servizio trasporti

Sede Principale

  • 7:00 - 20:00
    (Prelievi: 7.00 - 12.00 / 15.00 - 17.00)
  • 7:00 - 13:00 (Prelievi: 7.00 - 11.00)
  • 8:00 - 13:00 (Prelievi: 8.00 - 11.00)
  • NAPOLI Viale Michelangelo, 13
  • 081.5781262 - 081.5789596 - 081.5784343
  • 081.5788792

Sede Arenella (solo laboratorio)

  • 7:30 - 12:30 / 15.30 - 18.30
    (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • 7:30 - 12:30 (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • NAPOLI Via Giacinto Gigante, 86/88
  • 081.5448849
  • 081.5448849

Sede Vomero (solo laboratorio)

  • 7:30 - 12:30 / 15.30 - 18.30
    (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • 7:30 - 12:30 (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • Via Raffaele Morghen 129 – Napoli
  • 081.5788467
  • 081.5788467

Sede Rione Alto (solo laboratorio)

  • 7:30 - 12:00 / 15.30 - 18.00
    (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • 7:30 - 12:30 (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • Via Pasquale del Torto - uscia ascensore Metro Linea 1 – Napoli
  • 081.5468732
  • 081.5468732

Sede Soccavo (Radiologia Diagnostica e Laboratorio)

Reparto Laboratorio

  • 7:30 - 13:30 / 14.30 - 18.30
  • 7:30 - 12:30

Reparto Radiologia

  • 8:30 - 13:30 / 14.30 - 18.30
  • 8:30 - 12:30
  • NAPOLI Via Epomeo, 219
  • 081.7283816
  • 081.7283816

Sede Fuorigrotta (Solo Laboratorio)

  • 7:30 - 13.00 / 15.00 - 18.30
    (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • 7:30 - 11:00 (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • NAPOLI Via E. Arlotta, 21
  • 081.2391774

Sede P.co San Paolo (Solo Laboratorio)

  • 7:30 - 12.00 / 15.30 - 18.00 (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • 8.00 - 11.30 (Prelievi: 8.00 - 10.30)
  • NAPOLI Via M. Bakunin, 15
  • 081.7678065

Scrivici