Sole, mare e... orticaria

Sole, calore, poi i granelli di sabbia sulla pelle, l’acqua salata del mare, ma anche alcuni alimenti tipicamente estivi, come il pesce fresco conservato, i crostacei e frutti di mare: possono essere anche queste alcune delle cause dell’orticaria, che si manifesta sul nostri corpi con una serie di pomfi arrossati e pruriginosi.


Questa patologia colpisce circa 5 milioni di italiani e in estate diventa molto più frequente per colpa della maggiore irritazione cutanea dovuta a caldo, sole, sudore e consumo più frequente di alcuni cibi.

Perché in estate aumenta l’orticaria

L’estate è un momento critico per la pelle: la sudorazione aumenta il prurito, i raggi solari e l’acqua salata di mare irritano la cute, la temperatura elevata incrementa la vasodilatazione periferica e peggiora i sintomi cutanei. Così ogni anno milioni di italiani vanno incontro ad almeno un episodio di orticaria acuta in estate.

Doccia fresca, cappelli e magliette

Come suggeriscono gli esperti, aiuta fare docce fresche con acqua dolce subito dopo i bagni in mare, ripararsi con cappelli e magliette quando il sole è particolarmente intenso e fare attenzione alla dieta, evitando ciò che ci si accorge può scatenare il prurito.

La dieta anti-orticaria

Può essere utile, in un limitato numero di pazienti, un’alimentazione a basso contenuto di additivi (coloranti o conservanti) o priva di alimenti ad alto contenuto di istamina o che provocano liberazione di istamina. Fra i cibi da evitare ci sono: formaggi stagionati e fermentati, albume d’uovo, cacao/cioccolato, pesce fresco conservato (tonno, sardine, acciughe, aringhe, salmone), crostacei e frutti di mare.

Individuare la causa

L’essenziale è arrivare a una diagnosi accurata individuando la sostanza o la situazione associata ai sintomi, per capire se sono causati da certi alimenti, da farmaci o dal sole. Se si tratta di orticaria acuta, che si manifesta con un prurito molto intenso e pomfi arrossati, l'attacco passa da solo in qualche ora o si risolve facilmente con gli antistaminici o con brevissime terapie con cortisonici. Va fatta attenzione se sono interessate le mucose, perché quando a gonfiare in modo anomalo sono quelle delle prime vie respiratorie c’è il rischio di un edema della glottide.

Quando l'orticaria diventa cronica

A volte però non si riesce a identificare la causa, l’orticaria dura a lungo (oltre le sei settimane) e in questi casi si parla di orticaria cronica spontanea, di cui soffrono circa 600 mila italiani. Nel 30% dei casi questa orticaria è insensibile agli antistaminici e si deve ricorrere al cortisone, che però può comportare alcuni effetti collaterali se la terapia diventa a lungo termine. L’orticaria cronica si manifesta nelle donne nel doppio dei casi rispetto agli uomini, con un’incidenza maggiore fra i 20 e i 40 anni, e, nei casi più gravi, può compromette molto la qualità di vita.

Come diagnosticare le cause dell'orticaria

Nel nostro Ambulatorio di Allergologia, attivo nella sede centrale di Viale Michelangelo 13, è possibile prenotare la visita allergologica ed effettuare tutti i test per capire se l'orticaria dipende da fattori ambientali, da alcuni alimenti o dai farmaci. Prenota il tuo screening allergologico al numero 081- 578 12 62.

Fonte: ok-salute.it

Prestazioni

Cerca tra le prestazioni

Esami di Laboratorio

  • Chimica Clinica
  • Ematologia
  • Microbiologia
  • Radioimmunologia
  • Biologia Molecolare
  • Dosaggio farmaci e droghe
  • Test di intolleranza alimentare
  • Tossicologia
  • Breath Test
  • Ricerca Papilloma Virus
  • Diagnostica Allergologica
  • Approfondisci

Radiologia Diagnostica

  • Radiologia digitale
  • Risonanza Magnetica Aperta
  • TAC 3D Multislice
  • Ecografia
  • Ecocardiografia
  • Ecocolodoppler
  • Mammografia digitale
  • M.O.C. Dexa
  • Ortopantomografia
  • Dentascan
  • Approfondisci

Medicina Nucleare

Scintigrafie
  • Cardiologica
  • Renale
  • Endocrinologica
  • Epatica
Ricerca di patologie a carattere focale
  • Lesioni ossee di tipo benigno o maligno
  • Ricerca di lesioni primitive (vascolari, neoplastiche, flogistiche)

Convenzioni

Il Centro Basile è accreditato con il Servizio Sanitario Nazionale, con l'ASL Napoli 1 e convenzionato con numerosi Enti.

L'elenco degli esami in convenzione e le relative tariffe sono disponibili in accettazione e alla seguente pagina web.

È necessaria l'impegnativa del Medico di base ed un documento di riconoscimento.
Approfondisci

Servizio trasporti

Sede Principale

  • 7:00 - 20:00
    (Prelievi: 7.00 - 12.00 / 15.00 - 17.00)
  • 7:00 - 13:00 (Prelievi: 7.00 - 11.00)
  • 8:00 - 13:00 (Prelievi: 8.00 - 11.00)
  • NAPOLI Viale Michelangelo, 13
  • 081.5781262 - 081.5789596 - 081.5784343
  • 081.5788792

Sede Arenella (solo laboratorio)

  • 7:30 - 12:30 / 15.30 - 18.30
    (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • 7:30 - 12:30 (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • NAPOLI Via Giacinto Gigante, 86/88
  • 081.5448849
  • 081.5448849

Sede Vomero (solo laboratorio)

  • 7:30 - 12:30 / 15.30 - 18.30
    (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • 7:30 - 12:30 (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • Via Raffaele Morghen 129 – Napoli
  • 081.5788467
  • 081.5788467

Sede Rione Alto (solo laboratorio)

  • 7:30 - 12:00 / 15.30 - 18.00
    (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • 7:30 - 12:30 (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • Via Pasquale del Torto - uscia ascensore Metro Linea 1 – Napoli
  • 081.5468732
  • 081.5468732

Sede Soccavo (Radiologia Diagnostica e Laboratorio)

Reparto Laboratorio

  • 7:30 - 13:30 / 14.30 - 18.30
  • 7:30 - 12:30

Reparto Radiologia

  • 8:30 - 13:30 / 14.30 - 18.30
  • 8:30 - 12:30
  • NAPOLI Via Epomeo, 219
  • 081.7283816
  • 081.7283816

Sede Fuorigrotta (Solo Laboratorio)

  • 7:30 - 13.00 / 15.00 - 18.30
    (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • 7:30 - 11:00 (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • NAPOLI Via E. Arlotta, 21
  • 081.2391774

Sede P.co San Paolo (Solo Laboratorio)

  • 7:30 - 12.00 / 15.30 - 18.00 (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • 8.00 - 11.30 (Prelievi: 8.00 - 10.30)
  • NAPOLI Via M. Bakunin, 15
  • 081.7678065

Scrivici