Si può essere allergici alle zanzare?

Si può essere allergici alle zanzare, o meglio alle loro punture? In teoria sì, tanto che al presunto disturbo è stato dato il nome di sindrome skeeter (zanzara, nello slang del Sud rurale degli Usa).


I sintomi sono pomfi particolarmente estesi e arrossati e la comparsa di febbre. Si può anche diagnosticare con il Rast (Radio Allergo Sorbent test), ovvero il prelievo di sangue per il dosaggio delle IgE specifiche, un particolare tipo di anticorpi (immunoglobuline E). Ma, se di allergia realmente si tratta, nella maggior parte dei casi si esprime in forme lievi. Nulla a che vedere con la reazione al veleno di imenotteri (api, vespe, calabroni), che richiede spesso la somministrazione di adrenalina per scongiurare lo choc anafilattico.

Le reazioni nei bambini

In estate è molto frequente osservare bambini con reazioni abnormi alle punture d’insetto, soprattutto se hanno la dermatite atopica, caratterizzata proprio da reazioni intense anche a stimoli comuni, come il morso di zanzara. Nei lattanti invece, ovvero entro l’anno di vita, le reazioni alle punture sono caratterizzate da lesioni piccole e dure (chiamate papule), poco arrossate.

Lesioni da orticaria

La reazione cutanea al pizzico di zanzara, e la conseguente liberazione di istamina, è causata dagli enzimi che l’insetto introduce insieme alla saliva e che hanno la funzione di fluidificare il sangue della vittima, in modo da facilitarne la suzione. Il disagio è pesante, anche se i rischi per la salute possono essere tenuti facilmente sotto controllo, seguendo alcune regole e soprattutto usando i prodotti giusti. In alcuni bambini l’infiammazione e il prurito sono tanto intensi da portare alla comparsa di orticaria papulosa (o strofulo), caratterizzata da numerose lesioni profonde che peggiorano, e talvolta aumentano di numero, con il grattamento e possono persistere per settimane o mesi.

La terapia giusta

In questi casi, la terapia consigliabile dal medico o dallo specialista allergologo è a base di cortisone miscelato ad antibiotico, entrambi in forma topica, cioè applicati direttamente sulla pelle in corrispondenza dei pomfi. Il rischio è che il grattamento procurato dalla puntura possa favorire la penetrazione di germi e quindi causare una sovrainfezione batterica.

L’antibiotico scongiura questa eventualità, mentre il cortisone ha l’effetto di spegnere l’infiammazione. Nello strofulo la terapia va somministrata per diversi giorni e scalata lentamente, altrimenti c’è il rischio che le lesioni e il prurito tornino a manifestarsi dopo la sospensione. In situazioni specifiche è necessario aggiungere un antistaminico per controllare il prurito.

Per le reazioni più lievi ai pizzichi di zanzara si può provare ad applicare una pasta all’ossido di zinco, che ha un effetto lenitivo e antipruriginoso. Se invece il fastidio e l’infiammazione sono intensi, il rimedio più efficace è una crema al cortisone di media potenza.

Proteggere i più piccoli dalle punture di zanzara

Il modo migliore per proteggersi è, ovviamente, tenersi lontani per quanto possibile dal contatto con le zanzare. Per i più piccoli è preferibile scegliere formulazioni, creme o spray, per l’infanzia, evitando il contatto diretto con la pelle. Il prodotto può essere vaporizzato sui vestiti 10-15 minuti prima di farli indossare, in modo da scongiurare anche il rischio di inalazione. Esistono anche cerottini a base di estratti vegetali che risultano sgraditi agli insetti, da applicare sui vestiti o sul passeggino, non direttamente sulla cute, anche se hanno un effetto di breve durata. In alcuni casi può funzionare la vitamina B, presa per bocca, che eliminata attraverso la sudorazione agisce da repellente per gli insetti. Nella cameretta, così come sulla carrozzina, sono perfette le zanzariere. Va segnalato che anche alcuni repellenti a base di estratti vegetali, se utilizzati durante il giorno quando la pelle è esposta al sole, possono creare reazioni di tipo irritativo.

Diagnosticare l'allergia alle punture di zanzara

Nel nostro Ambulatorio di Allergologia, attivo nella sede centrale di Viale Michelangelo 13, è possibile prenotare la visita allergologica ed effettuare il test Rast per capire se pomfi e arrossamenti sono causati da una reazione allergi alle punture d'insetto. Prenota il tuo screening allergologico al numero 081- 578 12 62.

Fonte: corriere.it

Prestazioni

Cerca tra le prestazioni

Esami di Laboratorio

  • Chimica Clinica
  • Ematologia
  • Microbiologia
  • Radioimmunologia
  • Biologia Molecolare
  • Dosaggio farmaci e droghe
  • Test di intolleranza alimentare
  • Tossicologia
  • Breath Test
  • Ricerca Papilloma Virus
  • Diagnostica Allergologica
  • Approfondisci

Radiologia Diagnostica

  • Radiologia digitale
  • Risonanza Magnetica Aperta
  • TAC 3D Multislice
  • Ecografia
  • Ecocardiografia
  • Ecocolodoppler
  • Mammografia digitale
  • M.O.C. Dexa
  • Ortopantomografia
  • Dentascan
  • Approfondisci

Medicina Nucleare

Scintigrafie
  • Cardiologica
  • Renale
  • Endocrinologica
  • Epatica
Ricerca di patologie a carattere focale
  • Lesioni ossee di tipo benigno o maligno
  • Ricerca di lesioni primitive (vascolari, neoplastiche, flogistiche)

Convenzioni

Il Centro Basile è accreditato con il Servizio Sanitario Nazionale, con l'ASL Napoli 1 e convenzionato con numerosi Enti.

L'elenco degli esami in convenzione e le relative tariffe sono disponibili in accettazione e alla seguente pagina web.

È necessaria l'impegnativa del Medico di base ed un documento di riconoscimento.
Approfondisci

Servizio trasporti

Sede Principale

  • 7:00 - 20:00
    (Prelievi: 7.00 - 12.00 / 15.00 - 17.00)
  • 7:00 - 13:00 (Prelievi: 7.00 - 11.00)
  • 8:00 - 13:00 (Prelievi: 8.00 - 11.00)
  • NAPOLI Viale Michelangelo, 13
  • 081.5781262 - 081.5789596 - 081.5784343
  • 081.5788792

Sede Arenella (solo laboratorio)

  • 7:30 - 12:30 / 15.30 - 18.30
    (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • 7:30 - 12:30 (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • NAPOLI Via Giacinto Gigante, 86/88
  • 081.5448849
  • 081.5448849

Sede Vomero (solo laboratorio)

  • 7:30 - 12:30 / 15.30 - 18.30
    (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • 7:30 - 12:30 (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • Via Raffaele Morghen 129 – Napoli
  • 081.5788467
  • 081.5788467

Sede Rione Alto (solo laboratorio)

  • 7:30 - 12:00 / 15.30 - 18.00
    (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • 7:30 - 12:30 (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • Via Pasquale del Torto - uscia ascensore Metro Linea 1 – Napoli
  • 081.5468732
  • 081.5468732

Sede Soccavo (Radiologia Diagnostica e Laboratorio)

Reparto Laboratorio

  • 7:30 - 13:30 / 14.30 - 18.30
  • 7:30 - 12:30

Reparto Radiologia

  • 8:30 - 13:30 / 14.30 - 18.30
  • 8:30 - 12:30
  • NAPOLI Via Epomeo, 219
  • 081.7283816
  • 081.7283816

Sede Fuorigrotta (Solo Laboratorio)

  • 7:30 - 13.00 / 15.00 - 18.30
    (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • 7:30 - 11:00 (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • NAPOLI Via E. Arlotta, 21
  • 081.2391774

Sede P.co San Paolo (Solo Laboratorio)

  • 7:30 - 12.00 / 15.30 - 18.00 (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • 8.00 - 11.30 (Prelievi: 8.00 - 10.30)
  • NAPOLI Via M. Bakunin, 15
  • 081.7678065

Scrivici