Urina ipercromica, cosa può significare?


Urina ipercromica, cosa può significare?

Il colore della propria urina viene spesso considerato di scarsa rilevanza e quindi poco importante in senso clinico; in realtà il riscontro di urine di colore particolarmente scuro può sottendere diverse condizioni di variabile gravità che di solito vale la pena indagare.

Una definizione oggettiva di urina “scura” (in gergo chiamata urina ipercromica) non esiste: semplicemente vengono considerate come tali le urine di colore cupo, tendente alle tonalità aranciate o marroni. Le cause possono essere svariate, anche se in diversi casi si tratta di condizioni benigne facilmente risolvibili.

Perché le urine cambiano colore?

Il colore giallo dell’urina deriva principalmente dalla presenza di un pigmento chiamato urobilina, che a sua volta deriva dalla degradazione dell’emoglobina (la sostanza che rende rosso il sangue).

Se un’urina particolarmente chiara o trasparente può essere considerata semplice conseguenza di una diluizione (dovuta ad esempio al consumo di grandi quantità di liquidi), la situazione è un po’ più complessa per quanto concerne una colorazione più scura: da un lato la causa può essere legata alla semplice concentrazione (magari conseguente alla disidratazione), ma dall’altro vi potrebbe essere un aumento di pigmenti di diversa natura.

Quali sono le cause fisiologiche di urina ipercromica

Tra le cause fisiologiche di urina ipercromica vi sono:

•    il consumo di certi cibi come ad esempio:
  • frutti di bosco
  • rabarbaro
  • fichi d’india
  • carote
  • peperoncino
  • asparagi
  • barbabietole;
•    l’assunzione di certi farmaci, quali ad esempio:
  • levodopa
  • fenitoina
  • ibuprofene
  • metildopa
  • rifampicina
  • lassativi a base di cascara
  • indometacina
  • fenacetina;
•    l’utilizzo di integratori a base di vitamine e/o carotene;
•    l’utilizzo di integratori a base di ferro;
•    l’assunzione di mezzo di contrasto in corso di recenti esami diagnostici (ad esempio per la TC);
•    la disidratazione.

Quali possono essere le cause patologiche di urina ipercromica

Le urine ipercromiche possono dipendere anche da alcune patologie:

•    Epatite
•    Cirrosi epatica
•    Glomerulonefrite
•    Traumi recenti
•    Disidratazione grave
•    Rabdomiolisi
•    Calcoli biliari
•    Calcoli renali
•    Colecistite
•    Talassemia
•    Porfiria
•    Cancro della colecisti
•    Cancro del rene
•    Cancro del pancreas.

Gli esami che consentono di analizzare le urine ipercromiche

Il riscontro di urine ipercromiche che non si spiegano tra le cause fisiologiche (soprattutto disidratazione ed assunzione di particolari farmaci) rende indicato il consulto con il proprio Medico curante, che potrà prescrivere una serie di esami utili all’approfondimento della causa scatenante di questa condizione.

Oltre all’esame obiettivo urologico (visita medica) l’esame diagnostico di primo livello è l’analisi delle urine, che consiste nella raccolta di un piccolo campione il quale viene inviato ad un laboratorio per la valutazione chimico-fisica delle sue componenti. In particolare, i più importanti reperti nell’esame delle urine sono:

•    La presenza di batteri
•    La presenza di cristalli
•    La concentrazione della bilirubina
•    La concentrazione del glucosio
•    La concentrazione dei nitrati
•    La quantità di proteine presenti
•    La quantità di globuli rossi presenti
•    La quantità di globuli bianchi presenti.

Il campione di urine dovrebbe essere raccolto dal mitto intermedio delle prime urine prodotte la mattina, al risveglio; ciò significa che idealmente andrebbe interrotta la minzione “a metà” per raccogliere quella specifica parte di urine al fine di ottenere risultati il più veritieri possibili.

La positività all’esame delle urine può rendere necessaria l’esecuzione di altri esami di approfondimento della natura più svariata, a seconda del tipo di reperti riscontrati.

Alcuni esempi sono:

•    Esami ematochimici (esami del sangue)
•    Coltura delle urine (urinocoltura)
•    Esami di imaging (come RM o TC).

Il significato delle urine ipercromiche in gravidanza

La gravidanza determina una serie di modificazioni nel corpo della donna che rendono assolutamente possibile e fisiologica una variazione nel colore delle urine: la disidratazione determinata dagli episodi di nausea e vomito, le frequenti infezioni dell’apparato urinario, gli sbalzi ormonali e i cambiamenti dietetici sono tutte verosimili cause di urine ipercromiche.

Nonostante a tal riguardo rimanga consigliabile il confronto con il proprio Medico curante o con lo Specialista ginecologo di solito la condizione risulta appunto benigna e non preoccupante.

Analisi delle urine presso il Centro Diagnostico Basile Cerba

In tutti i Punti Prelievo Basile Cerba a Napoli è possibile eseguire i test di laboratorio per la valutazione delle urine ipercromiche. Gli esami si eseguono in convenzione con il SSN e in regime privato.

Per informazioni e prenotazioni chiamare i numeri:

Tel 081 578 12 62
Tel 081 578 95 96
Tel 081 578 43 43

Avviso agli utenti
Le informazioni fornite sul nostro sito sono di natura generica e pubblicate a scopo puramente divulgativo, pertanto non possono sostituire in alcun caso il parere del medico.

Prestazioni

Cerca tra le prestazioni

Esami di Laboratorio

  • Chimica Clinica
  • Ematologia
  • Microbiologia
  • Radioimmunologia
  • Biologia Molecolare
  • Dosaggio farmaci e droghe
  • Test di intolleranza alimentare
  • Tossicologia
  • Breath Test
  • Ricerca Papilloma Virus
  • Diagnostica Allergologica
  • Approfondisci

Radiologia Diagnostica

  • Radiologia digitale
  • Risonanza Magnetica Aperta
  • TAC 3D Multislice
  • Ecografia
  • Ecocardiografia
  • Ecocolodoppler
  • Mammografia digitale
  • M.O.C. Dexa
  • Ortopantomografia
  • Dentascan
  • Approfondisci

Medicina Nucleare

Scintigrafie
  • Cardiologica
  • Renale
  • Endocrinologica
  • Epatica
Ricerca di patologie a carattere focale
  • Lesioni ossee di tipo benigno o maligno
  • Ricerca di lesioni primitive (vascolari, neoplastiche, flogistiche)

Convenzioni

Il Centro Basile è accreditato con il Servizio Sanitario Nazionale, con l'ASL Napoli 1 e convenzionato con numerosi Enti.

L'elenco degli esami in convenzione e le relative tariffe sono disponibili in accettazione e alla seguente pagina web.

È necessaria l'impegnativa del Medico di base ed un documento di riconoscimento.
Approfondisci

Servizio trasporti

Sede Principale

  • 7:00 - 20:00
    (Prelievi: 7.00 - 12.00 / 15.00 - 17.00)
  • 7:00 - 13:00 (Prelievi: 7.00 - 12.00)
  • 8:00 - 13:00 (Prelievi: 8.00 - 11.00)
  • NAPOLI Viale Michelangelo, 13
  • 081.5781262 - 081.5789596 - 081.5784343
  • 081.5788792

Sede Arenella (solo laboratorio)

  • 7:30 - 12:30 / 15.30 - 18.30
    (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • 7:30 - 12:30 (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • NAPOLI Via Giacinto Gigante, 86/88
  • 081.5448849
  • 081.5448849

Sede Vomero (solo laboratorio)

  • 7:30 - 12:30 / 15.30 - 18.30
    (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • 7:30 - 12:30 (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • Via Raffaele Morghen 129 – Napoli
  • 081.5788467
  • 081.5788467

Sede Rione Alto (solo laboratorio)

  • 7:30 - 12:00 / 15.30 - 18.00
    (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • 7:30 - 12:00 (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • Via Pasquale del Torto - uscia ascensore Metro Linea 1 – Napoli
  • 081.5468732
  • 081.5468732

Sede Soccavo (Radiologia Diagnostica e Laboratorio)

Reparto Laboratorio

  • 7:30 - 13:30 / 14.30 - 18.30
    (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • 7:30 - 12:30

Reparto Radiologia

  • 8:30 - 13:30 / 14.30 - 18.30
  • 8:30 - 12:30
  • NAPOLI Via Epomeo, 219
  • 081.7283816
  • 081.7283816

Sede Fuorigrotta (Solo Laboratorio)

  • 7:30 - 13.00 / 15.00 - 18.00
    (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • 7:30 - 11:00 (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • NAPOLI Via E. Arlotta, 21
  • 081.2391774

Sede P.co San Paolo (Solo Laboratorio)

  • 7:30 - 12.00 / 15.30 - 18.00 (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • 7.30 - 12.00 (Prelievi: 7.30 - 10.30)
  • NAPOLI Via M. Bakunin, 125
  • 081.7678065

Scrivici