Ipertiroidismo: come riconoscerne i sintomi


Ipertiroidismo: come riconoscerne i sintomi

Un repentino incremento dell’appetito, accompagnato da altri sintomi come una costante sensazione di agitazione e di nervosismo può rappresentare l’esordio di una condizione di ipertiroidismo.

Ovviamente la fame non è sempre ascrivibile ad una patologia organica di questa natura, tuttavia imparare a conoscere le manifestazioni di una sofferenza tiroidea può aiutare nella diagnosi precoce ed eventualmente nel trattamento della malattia.

Cos’è l’ipertiroidismo

L’ipertiroidismo è una condizione determinata da un’aumentata attività tiroidea, che secernendo ormoni in eccesso causa disfunzioni metaboliche in tutti i tessuti che risentono degli ormoni tetraiodotironina (T4) e triiodotironina (T3) ma anche a carico del cuore e del sistema nervoso.

La tiroide è una piccola ghiandola endocrina a forma di farfalla situata nella regione anteriore del collo, appoggiata alla prima porzione della trachea. Essa produce ormoni, ossia sostanze che trasportano un messaggio (e quindi, di fatto, un comando) ad organi e tessuti che si trovano lontano dalla tiroide stessa: alcuni esempi sono il fegato, i follicoli piliferi o il pancreas.

La diagnosi precoce di una condizione di ipertiroidismo consente di trattare con efficacia e tempismo i sintomi, in modo da consentire un pronto ritorno ad una normale qualità della vita per il paziente che ne è affetto.

Quali sono le cause dell’ipertiroidismo

Le condizioni che possono determinare ipertiroidismo sono svariate. Tra queste la più comune è il morbo di Graves, una malattia autoimmune caratterizzata dalla presenza di autoanticorpi che possono stimolare la tiroide a secernere ormoni in assenza di una necessità fisiologica.

Altre possibili cause possono essere:

• un eccesso di iodio nella dieta, in quanto tale elemento è un “ingrediente” basilare per la sintesi degli ormoni T3 e T4;
• le tiroiditi, ossia condizioni infiammatorie che determinano uno spandimento di ormoni dai depositi nella ghiandola;
patologie neoplastiche a carico di ovaio o testicoli;
tumori benigni della tiroide o dell’ipofisi (adenomi);
assunzione di ormoni tiroidei attraverso integratori alimentari o farmaci (tireotossicosi fittizia).

I sintomi dell'ipertiroidismo

La principale conseguenza di un’elevata concentrazione di triiodotironina e tetraiodotironina nel sangue è l’aumentato metabolismo basale: in altre parole, i processi che normalmente avvengono nel nostro organismo per mantenerlo in funzione diventano “iperattivi” fino a causare l’insorgenza di fastidiosi (e talvolta invalidanti) sintomi.

L'ipertioridismo causa un aumento del consumo di ossigeno e della produzione metabolica di calore. Gli ormoni tiroidei sono infatti termogenici e, mentre un loro difetto è spesso alla base di un sovrappeso patologico, un eccesso si correla a disturbi come ipersudorazione, tremori, intolleranza al calore e magrezza eccessiva.

Sono sintomi di ipertiroidismo:

• Aumento dell’appetito
• Aumento della frequenza cardiaca
• Aumento della pressione arteriosa
• Tremore delle mani
• Frequenti evacuazioni
• Scarsa tolleranza al calore
• Nervosismo
• Prurito
• Nausea e vomito
• Diradamento e fragilità dei capelli
• Senso di agitazione agli arti
• Prominenza dei bulbi oculari (esoftalmo)
• Perdita di peso (calo ponderale)
• Irregolarità nel ciclo mestruale (nelle donne)
• Ginecomastia (crescita delle mammelle nell’uomo)
• Comparsa di gozzo (rigonfiamento del collo), simmetrico o asimmetrico.

La comparsa dei seguenti sintomi in particolare richiede attenzione medica urgente:

• Confusione
• Perdita di coscienza
• Irregolarità nel battito cardiaco (aritmia)
• Dispnea (respiro affannoso).

Come avviene la diagnosi di ipertiroidismo

La diagnosi di ipertiroidismo inizia con un’accurata revisione della storia anamnestica del paziente e con l’esame obiettivo del Medico.

Durante la visita, lo Specialista potrà infatti valutare diversi fattori:

• Una perdita di peso
• Un battito cardiaco veloce
• Elevata pressione arteriosa
• Esoftalmo
• Ingrandimento (ipertrofia) della tiroide
• Segni di infiammazione a carico della ghiandola.

Esami per la diagnosi di ipertiroidismo

• Valutazione dei livelli di colesterolo: bassi livelli di colesterolo possono essere sintomatici di un elevato metabolismo basale.
• Valutazione dei livelli di fT3, fT4 (dosaggio degli ormoni tiroidei liberi).
• Valutazione dei livelli di TSH: un basso livello di TSH può essere il primo segno di un ipertiroidismo asintomatico.
• Valutazione dei livelli di trigliceridi (vale lo stesso principio del colesterolo).
• Ecografia della tiroide: consente di valutarne dimensione, consistenza parenchimale e l’eventuale presenza di noduli di natura sospetta.

Gli esami per l'ipertiroidismo al Centro Diagnostico Basile Cerba

Al Centro diagnostico Basile Cerba a Napoli è possibile eseguire gli esami di laboratorio e le indagini strumentali necessari per la diagnosi delle patologie della tiroide. Gli esami si eseguono in convenzione con il SSN e in regime privato.

Per informazioni e prenotazioni chiamare i numeri:

Tel 081 578 12 62
Tel 081 578 95 96
Tel 081 578 43 43


Avviso agli utenti
Le informazioni fornite sul nostro sito sono di natura generica e pubblicate a scopo puramente divulgativo, pertanto non possono sostituire in alcun caso il parere del medico.

Prestazioni

Cerca tra le prestazioni

Esami di Laboratorio

  • Chimica Clinica
  • Ematologia
  • Microbiologia
  • Radioimmunologia
  • Biologia Molecolare
  • Dosaggio farmaci e droghe
  • Test di intolleranza alimentare
  • Tossicologia
  • Breath Test
  • Ricerca Papilloma Virus
  • Diagnostica Allergologica
  • Approfondisci

Radiologia Diagnostica

  • Radiologia digitale
  • Risonanza Magnetica Aperta
  • TAC 3D Multislice
  • Ecografia
  • Ecocardiografia
  • Ecocolodoppler
  • Mammografia digitale
  • M.O.C. Dexa
  • Ortopantomografia
  • Dentascan
  • Approfondisci

Medicina Nucleare

Scintigrafie
  • Cardiologica
  • Renale
  • Endocrinologica
  • Epatica
Ricerca di patologie a carattere focale
  • Lesioni ossee di tipo benigno o maligno
  • Ricerca di lesioni primitive (vascolari, neoplastiche, flogistiche)

Convenzioni

Il Centro Basile è accreditato con il Servizio Sanitario Nazionale, con l'ASL Napoli 1 e convenzionato con numerosi Enti.

L'elenco degli esami in convenzione e le relative tariffe sono disponibili in accettazione e alla seguente pagina web.

È necessaria l'impegnativa del Medico di base ed un documento di riconoscimento.
Approfondisci

Servizio trasporti

Sede Principale

  • 7:00 - 20:00
    (Prelievi: 7.00 - 12.00 / 15.00 - 17.00)
  • 7:00 - 13:00 (Prelievi: 7.00 - 12.00)
  • 8:00 - 13:00 (Prelievi: 8.00 - 11.00)
  • NAPOLI Viale Michelangelo, 13
  • 081.5781262 - 081.5789596 - 081.5784343
  • 081.5788792

Sede Arenella (solo laboratorio)

  • 7:30 - 12:30 / 15.30 - 18.30
    (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • 7:30 - 12:30 (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • NAPOLI Via Giacinto Gigante, 86/88
  • 081.5448849
  • 081.5448849

Sede Vomero (solo laboratorio)

  • 7:30 - 12:30 / 15.30 - 18.30
    (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • 7:30 - 12:30 (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • Via Raffaele Morghen 129 – Napoli
  • 081.5788467
  • 081.5788467

Sede Rione Alto (solo laboratorio)

  • 7:30 - 12:00 / 15.30 - 18.00
    (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • 7:30 - 12:00 (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • Via Pasquale del Torto - uscia ascensore Metro Linea 1 – Napoli
  • 081.5468732
  • 081.5468732

Sede Soccavo (Radiologia Diagnostica e Laboratorio)

Reparto Laboratorio

  • 7:30 - 13:30 / 14.30 - 18.30
    (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • 7:30 - 12:30

Reparto Radiologia

  • 8:30 - 13:30 / 14.30 - 18.30
  • 8:30 - 12:30
  • NAPOLI Via Epomeo, 219
  • 081.7283816
  • 081.7283816

Sede Fuorigrotta (Solo Laboratorio)

  • 7:30 - 13.00 / 15.00 - 18.00
    (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • 7:30 - 11:00 (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • NAPOLI Via E. Arlotta, 21
  • 081.2391774

Sede P.co San Paolo (Solo Laboratorio)

  • 7:30 - 12.00 / 15.30 - 18.00 (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • 7.30 - 12.00 (Prelievi: 7.30 - 10.30)
  • NAPOLI Via M. Bakunin, 125
  • 081.7678065

Scrivici