Zucchero nel sangue, ma cos'è?

La parola diabete deriva dal greco diabetes che significa passare attraverso. Uno dei segni clinici caratteristici di questa patologia è la presenza di zucchero nelle urine, che vi giunge attraverso il rene quando la sua concentrazione nel sangue supera un certo valore. Si dice Diabete Mellito perchè le urine, proprio per la presenza di zucchero, sono dolci e la parola Mellito fa riferimento al miele, infatti, anticamente, l'assaggio costituiva l'unico modo per diagnosticare la malattia.

Il Diabete Mellito è una patologia cronica, caratterizzata da iperglicemia, cioè da un aumento degli zuccheri (glucosio) presenti nel sangue ed è causata da una ridotta secrezione di insulina. L’insulina è un ormone che ha la funzione di permettere l’ingresso del glucosio nelle cellule dell’organismo, superando la membrana che ne impedirebbe l’ingresso.
In condizioni normali l'insulina entra nel circolo sanguigno dove funziona come una "chiave" necessaria per far entrare il glucosio all'interno delle cellule, che, a seconda delle richieste metaboliche, lo utilizzeranno o lo depositeranno come riserva. Ciò spiega come mai una carenza o un'alterata azione insulinica si accompagni ad un aumento degli zuccheri presenti in circolo, caratteristica, questa, tipica del diabete.

L'insulina è prodotta dalle cellule beta del pancreas ma la produzione non è costante ma è direttamente correlata all’assunzione del cibo. La glicemia, infatti, aumenta dopo un pasto ricco di zuccheri e quindi il pancreas, per riportare nella norma la concentrazione del glucosio, libera rapidamente insulina, portando al cosiddetto “picco insulinemico post-prandiale”. Il picco è proporzionale alla quantità di zuccheri introdotta e alla velocità del loro assorbimento (carico glicemico). Quando si verifica un abbassamento significativo della glicemia, il cervello riceve un segnale che si traduce in sensazione di fame.

In condizioni di eccessiva assunzione di alimenti ad alto contenuto di zuccheri, la produzione di insulina è intensamente e costantemente stimolata ma, soddisfatte le richieste energetiche e saturate le riserve di glicogeno, il glucosio è convertito in acidi grassi che vengono accumulati nel tessuto adiposo (grasso) sotto forma di trigliceridi. È questo il processo che conduce all’incremento del peso corporeo.

Gli eccessi alimentari ripetuti determinano una graduale perdita di sensibilità all’insulina (insulino-resistenza) da parte delle cellule e ciò si traduce in un aumento permanente dei livelli di glucosio nel sangue (diabete 2).
Questa condizione si verifica spesso nei soggetti obesi.

Anche se non tutti gli obesi sono insulino-resistenti e non tutti quelli insulino-resistenti sono obesi, è accertata la stretta correlazione tra obesità e alti livelli di insulina circolante.

Quando invece l’aumento dei livelli ematici di glucosio è legato a un’insufficiente o assente produzione di insulina, si parla di Diabete 1, detto anche Diabete giovanile, di origine genetica, che compare già in giovane età e per essere curato ha bisogno da subito di somministrazione di questa sostanza.

Prestazioni

Cerca tra le prestazioni

Esami di Laboratorio

  • Chimica Clinica
  • Ematologia
  • Microbiologia
  • Radioimmunologia
  • Biologia Molecolare
  • Dosaggio farmaci e droghe
  • Test di intolleranza alimentare
  • Tossicologia
  • Breath Test
  • Ricerca Papilloma Virus
  • Diagnostica Allergologica
  • Approfondisci

Radiologia Diagnostica

  • Radiologia digitale
  • Risonanza Magnetica Aperta
  • TAC 3D Multislice
  • Ecografia
  • Ecocardiografia
  • Ecocolodoppler
  • Mammografia digitale
  • M.O.C. Dexa
  • Ortopantomografia
  • Dentascan
  • Approfondisci

Medicina Nucleare

Scintigrafie
  • Cardiologica
  • Renale
  • Endocrinologica
  • Epatica
Ricerca di patologie a carattere focale
  • Lesioni ossee di tipo benigno o maligno
  • Ricerca di lesioni primitive (vascolari, neoplastiche, flogistiche)

Convenzioni

Il Centro Basile è accreditato con il Servizio Sanitario Nazionale, con l'ASL Napoli 1 e convenzionato con numerosi Enti.

L'elenco degli esami in convenzione e le relative tariffe sono disponibili in accettazione e alla seguente pagina web.

È necessaria l'impegnativa del Medico di base ed un documento di riconoscimento.
Approfondisci

Servizio trasporti

Sede Principale

  • 7:00 - 20:00
    (Prelievi: 7.00 - 12.00 / 15.00 - 17.00)
  • 7:00 - 13:00 (Prelievi: 7.00 - 11.00)
  • 8:00 - 13:00 (Prelievi: 8.00 - 11.00)
  • NAPOLI Viale Michelangelo, 13
  • 081.5781262 - 081.5789596 - 081.5784343
  • 081.5788792

Sede Arenella (solo laboratorio)

  • 7:30 - 12:30 / 15.30 - 18.30
    (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • 7:30 - 12:30 (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • NAPOLI Via Giacinto Gigante, 86/88
  • 081.5448849
  • 081.5448849

Sede Vomero (solo laboratorio)

  • 7:30 - 12:30 / 15.30 - 18.30
    (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • 7:30 - 12:30 (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • Via Raffaele Morghen 129 – Napoli
  • 081.5788467
  • 081.5788467

Sede Rione Alto (solo laboratorio)

  • 7:30 - 12:30 / 15.30 - 18.00
    (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • 7:30 - 12:30 (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • Via Pasquale del Torto - uscia ascensore Metro Linea 1 – Napoli
  • 081.5468732
  • 081.5468732

Sede Soccavo (Radiologia Diagnostica e Laboratorio)

Reparto Laboratorio

  • 7:30 - 13:30 / 14.30 - 18.30
  • 7:30 - 12:30

Reparto Radiologia

  • 8:30 - 13:30 / 14.30 - 18.30
  • 8:30 - 12:30
  • NAPOLI Via Epomeo, 219
  • 081.7283816
  • 081.7283816

Sede Fuorigrotta (Solo Laboratorio)

  • 7:30 - 13.00 / 15.00 - 18.30
    (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • 7:30 - 11:00 (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • NAPOLI Via E. Arlotta, 21
  • 081.2391774

Sede P.co San Paolo (Solo Laboratorio)

  • 7:30 - 12.00 / 15.30 - 18.00 (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • 8.00 - 11.30 (Prelievi: 8.00 - 10.30)
  • NAPOLI Via M. Bakunin, 15
  • 081.7678065

Scrivici