Il viaggio del glucosio nel sangue

Le cellule di questo importante organo per la digestione rilasciano insulina, un ormone che favorisce l’assorbimento dello zucchero e in particolare del glucosio, quella frazione che viene convertita dalle cellule poi in energia. In caso di diabete la produzione di insulina da parte di queste cellule è insufficiente o del tutto assente. Ecco che inizia così l’accumulo del glucosio nel sangue.

Il meccanismo accumulatore del glucosio nel sangue
Il diabete mellito è una malattia cronica dovuta a una carenza di azione dell’insulina da parte del pancreas. L’insulina è paragonabile a una chiave da inserire in una serratura per aprire una porta: se manca la chiave o non funziona bene non riusciremo mai ad aprire la porta. In questa metafora la “porta” rappresenta i canali di entrata delle sostanze nutritive, come il glucosio, all’interno delle cellule: se manca o non funziona l’insulina non si aprono i canali e i nutrienti, come il glucosio, non riescono a entrare nelle cellule. Risultato? Il glucosio si accumula nel sangue e le cellule, non ricevendo energia, si indeboliscono.

Diabete, una strada sbarrata per il glucosio nel sangue
In caso di diabete, il glucosio non riesce a entrare in 2 importanti distretti del nostro corpo: i muscoli e il tessuto adiposo (grasso). Così il glucosio si accumula nel sangue aumentando a tal punto da non poter essere più trattenuto dai reni e finisce col riversarsi nelle urine insieme a grandi quantità di acqua. Ecco allora spiegato perché questa patologia si chiama Diabete, che significa “passare attraverso”: il cibo ingerito, e nutrienti come il glucosio, non sono utilizzati dall’organismo ma passano attraverso il corpo e sono eliminati con le urine.

Il glucosio nel sangue, una chimica “dolce”
In queste condizioni le urine, a causa della grande quantità di glucosio che si sono ritrovate ad accogliere, diventano dolci; da qui risale il nome diabete mellito: un aggettivo che significa, per l’appunto, “dolce come il miele”. Proprio l’aggettivo “mieloso” serve a distinguere questa forma di diabete dal “diabete insipido”, una patologia molto rara che non ha legami con il diabete mellito ed è caratterizzata da un’elevata quantità di urine (fino a 20-25 litri al giorno) ma che non contengono glucosio (ecco perché “insipido”), e non provoca carenza di insulina o iperglicemia. La causa del “Diabete insipido” è un errore della filtrazione dell’acqua da parte dei reni, per un difetto dei reni stessi o per carenza dell’ormone antidiuretico che ne regola la funzione. C’è sempre un “passare attraverso”, ma in questo caso si tratta di sola acqua, senza glucosio.

Conoscere i valori di glucosio nel sangue
La glicemia, la concentrazione di glucosio nel sangue, viene calcolata in milligrammi per decilitro (mg/dl). Un valore di glicemia normale è compreso tra i 70 e i 110 mg/dl. Si può parlare di iperglicemia, e di rischio diabete, quando i valori di glucosio nel sangue sono troppo alti, maggiori di 126 mg/dl a digiuno (per 8 ore) o di 200 mg/dl dopo un pasto. L’iperglicemia può provocare una serie di danni a carico di vari organi e apparati, in particolare al sistema cardiovascolare, agli occhi, alle arterie e ai nervi delle gambe, ai reni, al cervello.

Fonte
Repubblica Salute

Prestazioni

Cerca tra le prestazioni

Esami di Laboratorio

  • Chimica Clinica
  • Ematologia
  • Microbiologia
  • Radioimmunologia
  • Biologia Molecolare
  • Dosaggio farmaci e droghe
  • Test di intolleranza alimentare
  • Tossicologia
  • Breath Test
  • Ricerca Papilloma Virus
  • Diagnostica Allergologica
  • Approfondisci

Radiologia Diagnostica

  • Radiologia digitale
  • Risonanza Magnetica Aperta
  • TAC 3D Multislice
  • Ecografia
  • Ecocardiografia
  • Ecocolodoppler
  • Mammografia digitale
  • M.O.C. Dexa
  • Ortopantomografia
  • Dentascan
  • Approfondisci

Medicina Nucleare

Scintigrafie
  • Cardiologica
  • Renale
  • Endocrinologica
  • Epatica
Ricerca di patologie a carattere focale
  • Lesioni ossee di tipo benigno o maligno
  • Ricerca di lesioni primitive (vascolari, neoplastiche, flogistiche)

Convenzioni

Il Centro Basile è accreditato con il Servizio Sanitario Nazionale, con l'ASL Napoli 1 e convenzionato con numerosi Enti.

L'elenco degli esami in convenzione e le relative tariffe sono disponibili in accettazione e alla seguente pagina web.

È necessaria l'impegnativa del Medico di base ed un documento di riconoscimento.
Approfondisci

Servizio trasporti

Sede Principale

  • 7:00 - 20:00
    (Prelievi: 7.00 - 12.00 / 15.00 - 17.00)
  • 7:00 - 13:00 (Prelievi: 7.00 - 11.00)
  • 8:00 - 13:00 (Prelievi: 8.00 - 11.00)
  • NAPOLI Viale Michelangelo, 13
  • 081.5781262 - 081.5789596 - 081.5784343
  • 081.5788792

Sede Arenella (solo laboratorio)

  • 7:30 - 12:30 / 15.30 - 18.30
    (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • 7:30 - 12:30 (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • NAPOLI Via Giacinto Gigante, 86/88
  • 081.5448849
  • 081.5448849

Sede Vomero (solo laboratorio)

  • 7:30 - 12:30 / 15.30 - 18.30
    (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • 7:30 - 12:30 (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • Via Raffaele Morghen 129 – Napoli
  • 081.5788467
  • 081.5788467

Sede Rione Alto (solo laboratorio)

  • 7:30 - 12:30 / 15.30 - 18.00
    (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • 7:30 - 12:30 (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • Via Pasquale del Torto - uscia ascensore Metro Linea 1 – Napoli
  • 081.5468732
  • 081.5468732

Sede Soccavo (Radiologia Diagnostica e Laboratorio)

Reparto Laboratorio

  • 7:30 - 13:30 / 14.30 - 18.30
  • 7:30 - 12:30

Reparto Radiologia

  • 8:30 - 13:30 / 14.30 - 18.30
  • 8:30 - 12:30
  • NAPOLI Via Epomeo, 219
  • 081.7283816
  • 081.7283816

Sede Fuorigrotta (Solo Laboratorio)

  • 7:30 - 13.00 / 15.00 - 18.30
    (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • 7:30 - 11:00 (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • NAPOLI Via E. Arlotta, 21
  • 081.2391774

Sede P.co San Paolo (Solo Laboratorio)

  • 7:30 - 12.00 / 15.30 - 18.00 (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • 8.00 - 11.30 (Prelievi: 8.00 - 10.30)
  • NAPOLI Via M. Bakunin, 15
  • 081.7678065

Scrivici