Correva l'anno 1942: il primo paziente salvato con la penicillina

Settantacinque anni fa iniziava l”era degli antibiotici’ con il primo paziente salvato dalla penicillina. A ricevere il farmaco il 14 marzo del 1942 fu Anne Miller, un’infermiera del Connecticut. La donna si era infatti presentata all’ospedale di New Haven con una febbre altissima da diversi giorni per un’infezione da streptococco

Viene trattata con trasfusioni di sangue e operata più volte ma non migliora. E' in quel momento che i medici riescono a ottenere dal governo un cucchiaio di penicillina, una quantità pari alla metà della scorta presente negli Usa. Anne comincia a stare meglio già dalla prima notte dopo l'assunzione. E' salva. 

Pur essendo stata scoperta nel 1928 da Fleming, la penicillina era stata usata solo in test su uomini e animali soprattutto in Gran Bretagna, con risultati poco soddisfacenti. 

Grazie ai suoi studi vincerà, Fleming vincerà il Nobel per la medicina nel 1945. In realtà già all’epoca era chiaro che si sarebbe verificato il fenomeno della resistenza, e che sarebbe stato necessario studiare nuove armi per vincere la battaglia contro le infezioni. Sempre più frequentemente si sente parlare di abuso di antibiotici fra le cause della 'resistenza' di alcuni batteri.

"Pur avendo tutti questi anni di attività la penicillina si usa ancora per alcune malattie - sottolinea Massimo Andreoni, docente di Malattie Infettive dell'università di Tor Vergata di Roma - anche se ovviamente con il tempo i germi hanno 'imparato' a difendersi. In realtà già all'epoca era chiaro che si sarebbe verificato il fenomeno della resistenza, e che sarebbe stato necessario studiare nuove armi per vincere la battaglia contro le infezioni".

L’Italia è il Paese europeo con la più alta percentuale di resistenza verso quasi tutti gli antibiotici. Lo indicano dati presentati giovedì 11 febbraio a Roma in un convegno con il patrocinio del Ministero della Salute e dell’Istituto Superiore di Sanità, per fare il punto sulla lotta ai «superbatteri». 

«La resistenza agli antibiotici è un problema allarmante, potenzialmente drammatico, perché cominciamo ad avere pazienti resistenti a quasi tutti gli antibiotici e questo significa non avere più strumenti per curarli», ha spiegato Walter Ricciardi, presidente dell’Istituto Superiore di Sanità.


L’Italia è il Paese europeo con la più alta percentuale di resistenza verso quasi tutti gli antibiotici. Lo indicano dati presentati giovedì 11 febbraio a Roma in un convegno con il patrocinio del Ministero della Salute e dell’Istituto Superiore di Sanità, per fare il punto sulla lotta ai «superbatteri». «La resistenza agli antibiotici è un problema allarmante, potenzialmente drammatico, perché cominciamo ad avere pazienti resistenti a quasi tutti gli antibiotici e questo significa non avere più strumenti per curarli», ha spiegato Walter Ricciardi, presidente dell’Istituto Superiore di Sanità.

Sono ben 4 milioni le infezioni da antibiotico resistenza registrate ogni anno in Europa, circa 37 mila i decessi stimati con un assorbimento di risorse (sanitarie e non) che ammonta a circa 1,5 miliardi di euro all’anno. In Italia le infezioni correlate all’assistenza intra-ospedaliera colpiscono ogni anno circa 284.000 pazienti (dal 7% al 10% dei pazienti ricoverati) causando circa 4.500-7.000 decessi. 

Le più comuni infezioni sono polmonite (24%) e infezioni del tratto urinario (21%). 
Le strategie per affrontare il problema sono principalmente due: la messa in campo di tutte le risorse per accelerare lo sviluppo di nuove molecole antibiotiche e renderle immediatamente accessibili ai pazienti e un utilizzo appropriato degli antibiotici dentro casa ma anche all’interno degli ospedali, per impedire lo sviluppo di nuove resistenze.

Fonte
Istututo Superiore di Sanità

Prestazioni

Cerca tra le prestazioni

Esami di Laboratorio

  • Chimica Clinica
  • Ematologia
  • Microbiologia
  • Radioimmunologia
  • Biologia Molecolare
  • Dosaggio farmaci e droghe
  • Test di intolleranza alimentare
  • Tossicologia
  • Breath Test
  • Ricerca Papilloma Virus
  • Diagnostica Allergologica
  • Approfondisci

Radiologia Diagnostica

  • Radiologia digitale
  • Risonanza Magnetica Aperta
  • TAC 3D Multislice
  • Ecografia
  • Ecocardiografia
  • Ecocolodoppler
  • Mammografia digitale
  • M.O.C. Dexa
  • Ortopantomografia
  • Dentascan
  • Approfondisci

Medicina Nucleare

Scintigrafie
  • Cardiologica
  • Renale
  • Endocrinologica
  • Epatica
Ricerca di patologie a carattere focale
  • Lesioni ossee di tipo benigno o maligno
  • Ricerca di lesioni primitive (vascolari, neoplastiche, flogistiche)

Convenzioni

Il Centro Basile è accreditato con il Servizio Sanitario Nazionale, con l'ASL Napoli 1 e convenzionato con numerosi Enti.

L'elenco degli esami in convenzione e le relative tariffe sono disponibili in accettazione e alla seguente pagina web.

È necessaria l'impegnativa del Medico di base ed un documento di riconoscimento.
Approfondisci

Servizio trasporti

Sede Principale

  • 7:00 - 20:00
    (Prelievi: 7.00 - 12.00 / 15.00 - 17.00)
  • 7:00 - 13:00 (Prelievi: 7.00 - 11.00)
  • 8:00 - 13:00 (Prelievi: 8.00 - 11.00)
  • NAPOLI Viale Michelangelo, 13
  • 081.5781262 - 081.5789596 - 081.5784343
  • 081.5788792

Sede Arenella (solo laboratorio)

  • 7:30 - 12:30 / 15.30 - 18.30
    (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • 7:30 - 12:30 (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • NAPOLI Via Giacinto Gigante, 86/88
  • 081.5448849
  • 081.5448849

Sede Vomero (solo laboratorio)

  • 7:30 - 12:30 / 15.30 - 18.30
    (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • 7:30 - 12:30 (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • Via Raffaele Morghen 129 – Napoli
  • 081.5788467
  • 081.5788467

Sede Rione Alto (solo laboratorio)

  • 7:30 - 12:30 / 15.30 - 18.00
    (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • 7:30 - 12:30 (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • Via Pasquale del Torto - uscia ascensore Metro Linea 1 – Napoli
  • 081.5468732
  • 081.5468732

Sede Soccavo (Radiologia Diagnostica e Laboratorio)

Reparto Laboratorio

  • 7:30 - 13:30 / 14.30 - 18.30
  • 7:30 - 12:30

Reparto Radiologia

  • 8:30 - 13:30 / 14.30 - 18.30
  • 8:30 - 12:30
  • NAPOLI Via Epomeo, 219
  • 081.7283816
  • 081.7283816

Sede Fuorigrotta (Solo Laboratorio)

  • 7:30 - 13.00 / 15.00 - 18.30
    (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • 7:30 - 11:00 (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • NAPOLI Via E. Arlotta, 21
  • 081.2391774

Sede P.co San Paolo (Solo Laboratorio)

  • 7:30 - 12.00 / 15.30 - 18.00 (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • 8.00 - 11.30 (Prelievi: 8.00 - 10.30)
  • NAPOLI Via M. Bakunin, 15
  • 081.7678065

Scrivici