Stress da rientro? 10 idee per combatterlo

Tornare al lavoro è un lavoro. Sì, perché riorganizzarsi dopo la pausa estiva è un’attività soggetta a venti contrari che possono far alzare il livello di ansia ancora prima dell’arrivo in città. E le modalità del rientro non aiutano certo a ricominciare. Tendenzialmente, infatti, la transizione dal tempo libero al tempo del lavoro è troppo brusca, specie per chi si è lasciato poco tempo per vuotare i bagagli prima di tornare dietro a una scrivania. E in ogni caso, resta il fatto che barattare la libertà con gli impegni si traduce in un alto costo psicologico. Per chi, almeno una volta, si è chiesto se una vacanza valga la difficoltà della ripresa, ecco 10 idee smart per minimizzare l’impatto del rientro, una scelta (quasi sempre) inevitabile.



1. Distillate il mix di sensazioni

Quando si affaccia alla mente il pensiero della ripresa, cercate di identificare i diversi sentimenti che lo compongono. Fra gli “ingredienti” ci sono senz’altro il rimpianto per la fine delle vacanze, la nostalgia per il distacco dagli amici o dalla natura, la preoccupazione per la gestione di giornate ricche di impegni, lo stress legato al lavoro e, magari, ai rapporti difficili con i colleghi. Per ritrovare il giusto equilibro bastano cinque minuti di calma e concentrazione, commenta Audrey Favreau, business executive coach con una specializzazione nello stress management. È il cosiddetto “Effetto Hawtowne”, un concetto delle neuroscienze che spiega come, quando misuriamo qualcosa, portiamo consapevolezza su ciò che facciamo e quindi cambiamo il nostro rapporto con ciò che stiamo misurando.  

2. Giocate d’anticipo

“Organizzatevi per arrivare presto”, propone Favreau. Non solo perché un inizio trafelato espone a una quantità di stress aggiuntivo che si potrebbe evitare, ma anche perché quei dieci o quindici minuti di anticipo sulla tabella di marcia consueta possono fare una seria differenza nella qualità della giornata. Le mattine di inizio settembre, per esempio, sono il canvas perfetto per praticare un po’ di mindfulness nel percorso casa-ufficio. Basta esercitare la consapevolezza di se stessi, dell’ambiente circostante, del proprio respiro e delle proprie sensazioni per arrivare al lavoro carichi di energia e positività. Un ufficio vuoto, inoltre, permette di impostare la propria giornata con maggiore tranquillità. 

3. Assicuratevi una transizione soft

Evitate di immergervi a testa bassa nella solita routine: pianificate piuttosto qualcosa a cui guardare con attesa per i primi giorni post-rientro per diluire la fatica della ripresa. Per esempio, uscite a cena con la famiglia invece di cucinare, andate al cinema, incontrate gli amici per un aperitivo. Fra le ragioni che aumentano la motivazione sul lavoro ci sono anche i colleghi: il piacere di ritrovarsi fra persone amiche può contare di più dello stipendio. In base al tipo di lavoro che svolgete, valutate se lasciare in funzione l’autoreply delle email e la segreteria telefonica per avere qualche ora di tranquillità in più dopo il rientro. 

4. Trasformate il vostro spazio

Ancora prima di accendere il computer, guardate con occhi neutri la vostra zona di lavoro. È molto probabile che, se non avete messo in ordine in modo radicale prima di partire, sentirete la necessità di farlo adesso. Se questo è il caso, procedete senza indugi: eliminare tutto quello che non è necessario alla propria attività è liberatorio, energizzante e stimola la voglia di prendere decisioni. In uno spazio di lavoro dove avete a disposizione solamente gli strumenti veramente utili alla giornata, mettete al centro un’immagine che avete portato dalle vacanze e che vi ispira: vi servirà per allargare lo sguardo e ritrovare un approccio positivo alle cose, quando ce ne sarà bisogno.

5. Gestite le email (invece di farvi gestire)

Un lungo elenco di posta in arrivo è sufficiente per far sentire prepotente il desiderio di rimandare l’apertura dei messaggi. Dunque, evitate la formula del tutto e subito: “Utilizzate per le e-mail un tipo di lettura veloce. Cioè, passate in rassegna i destinatari e l’oggetto del messaggio, eliminate direttamente quelle che non sembrano interessanti. Nel caso in cui vi sarà sfuggito qualcosa di urgente o di importante, la persona che vi scrive si metterà nuovamente in contatto con voi”, suggerisce Favreau. Analogamente, quando scrivete un messaggio, impegnatevi per tagliare il 50% del testo che scrivereste normalmente. A questo modo, dimezzerete il tempo necessario per scrivere la mail e farete un favore a chi la riceve. 

6. Tenete le distanze dallo smartphone

“Abbiamo bisogno di essere presenti”, avverte il coach. Dunque, evitate di consultare il vostro smartphone, scegliete l’opzione “non disturbare” escludendo i numeri dei famigliari e, se proprio non riuscite a resistere alla tentazione di buttare un occhio allo schermo, chiudete il telefono in un cassetto: vi risparmierete un sovraccarico di informazione stancante. Lo smartphone, infatti, è una fra le fonti principali di distrazione. E spesso non è vero che il cellulare serva per lavoro.

7. Stabilite gli obiettivi

Ricordate che la risorsa più importante a vostra disposizione sul lavoro è il tempo, quindi definite tre obiettivi per la giornata e mettetevi subito all’opera, partendo dalla voce che richiede più impegno. Se fosse complessa, potete suddividerla in più parti. Da un punto di vista psicologico, aiuta di più cominciare dal compito che appare più arduo: smaltita la parte più difficile, il resto sarà in discesa. “Per valutare la gestione della concentrazione in relazione alle cose che richiedono il vostro intervento, potete aiutarvi con il “Modello di Covey”, che permette di classificare i compiti in base all’importanza e all’urgenza”, spiega l’esperta. Catalogare le voci che riempiono la propria giornata, infatti, mette in evidenza come utilizziamo il nostro tempo e aiuta a ri-orientare le scelte.

8. Cambiate prospettiva

Smettete di ripetervi tutte le ragioni per cui siete infelici di essere tornate a casa e al lavoro e provate piuttosto a identificare tre ragioni per cui siete particolarmente grati di essere partiti. Una volta individuate, fate un ulteriore passo avanti e riflettete sulle ragioni per cui siete grati del fatto di essere al lavoro. La gratitudine, infatti, riduce lo stress, migliora l’autostima, i rapporti interpersonali e la resistenza di fronte alle difficoltà.

9. Lasciate il lavoro al lavoro

Capitalizzate il vantaggio di aver staccato la spina durante le vacanze ed evitate di portare a casa delle cose da fare: chiudete la porta dell’ufficio e lasciatevi il lavoro alle spalle. Volendo, potete aggiungere una nota in calce alle vostre email che indichi gli orari in cui siete raggiungibili. Come ha scoperto un team di ricercatori dell’University of California, Irvine, essere sempre raggiungibili è controproducente: controllare costantemente la posta elettronica, infatti, aumenta il battito cardiaco e mette in una condizione di allerta senza fine. Evitate anche gli straordinari: una gestione più disciplinata delle ore lavorative significa meno distrazioni, meno procrastinazione e più concentrazione. E il lavoro fatto meglio diventa più leggero. 

10. Coltivate le buone abitudini

“Se avete utilizzato le vacanze per adottare nuove buone abitudini, mantenetele”, invita Favreau. La prima e più importante è ritagliarsi dello spazio per sé: bastano venti minuti di relax al giorno per fare la differenza. Una soluzione facile è eseguire qualche esercizio di yoga. “Dopo un profondo periodo di rilassamento, tutte le misure fisiologiche dello stress sono ridotte e gli impegni di tutti i giorni sono più facili da gestire”, conclude il coach.

Fonte: repubblica.it

Prestazioni

Cerca tra le prestazioni

Esami di Laboratorio

  • Chimica Clinica
  • Ematologia
  • Microbiologia
  • Radioimmunologia
  • Biologia Molecolare
  • Dosaggio farmaci e droghe
  • Test di intolleranza alimentare
  • Tossicologia
  • Breath Test
  • Ricerca Papilloma Virus
  • Diagnostica Allergologica
  • Approfondisci

Radiologia Diagnostica

  • Radiologia digitale
  • Risonanza Magnetica Aperta
  • TAC 3D Multislice
  • Ecografia
  • Ecocardiografia
  • Ecocolodoppler
  • Mammografia digitale
  • M.O.C. Dexa
  • Ortopantomografia
  • Dentascan
  • Approfondisci

Medicina Nucleare

Scintigrafie
  • Cardiologica
  • Renale
  • Endocrinologica
  • Epatica
Ricerca di patologie a carattere focale
  • Lesioni ossee di tipo benigno o maligno
  • Ricerca di lesioni primitive (vascolari, neoplastiche, flogistiche)

Convenzioni

Il Centro Basile è accreditato con il Servizio Sanitario Nazionale, con l'ASL Napoli 1 e convenzionato con numerosi Enti.

L'elenco degli esami in convenzione e le relative tariffe sono disponibili in accettazione e alla seguente pagina web.

È necessaria l'impegnativa del Medico di base ed un documento di riconoscimento.
Approfondisci

Servizio trasporti

Sede Principale

  • 7:00 - 20:00
    (Prelievi: 7.00 - 12.00 / 15.00 - 17.00)
  • 7:00 - 13:00 (Prelievi: 7.00 - 11.00)
  • 8:00 - 13:00 (Prelievi: 8.00 - 11.00)
  • NAPOLI Viale Michelangelo, 13
  • 081.5781262 - 081.5789596 - 081.5784343
  • 081.5788792

Sede Arenella (solo laboratorio)

  • 7:30 - 12:30 / 15.30 - 18.30
    (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • 7:30 - 12:30 (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • NAPOLI Via Giacinto Gigante, 86/88
  • 081.5448849
  • 081.5448849

Sede Vomero (solo laboratorio)

  • 7:30 - 12:30 / 15.30 - 18.30
    (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • 7:30 - 12:30 (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • Via Raffaele Morghen 129 – Napoli
  • 081.5788467
  • 081.5788467

Sede Rione Alto (solo laboratorio)

  • 7:30 - 12:30 / 15.30 - 18.00
    (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • 7:30 - 12:30 (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • Via Pasquale del Torto - uscia ascensore Metro Linea 1 – Napoli
  • 081.5468732
  • 081.5468732

Sede Soccavo (Radiologia Diagnostica e Laboratorio)

Reparto Laboratorio

  • 7:30 - 13:30 / 14.30 - 18.30
  • 7:30 - 12:30

Reparto Radiologia

  • 8:30 - 13:30 / 14.30 - 18.30
  • 8:30 - 12:30
  • NAPOLI Via Epomeo, 219
  • 081.7283816
  • 081.7283816

Sede Fuorigrotta (Solo Laboratorio)

  • 7:30 - 13.00 / 15.00 - 18.30
    (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • 7:30 - 11:00 (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • NAPOLI Via E. Arlotta, 21
  • 081.2391774

Sede P.co San Paolo (Solo Laboratorio)

  • 7:30 - 12.00 / 15.30 - 18.00 (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • 8.00 - 11.30 (Prelievi: 8.00 - 10.30)
  • NAPOLI Via M. Bakunin, 15
  • 081.7678065

Scrivici