Al cinema l'infarto è maschio

Un tempo per studiare le malattie cardiache si studiava il cuore degli uomini. Anche le statistiche erano effettuate prevalentemente sui maschi e, tutt'ora, nell'immaginario collettivo, un infarto è quello che vedi al cinema: il cosiddetto ‘paradigma Hollywoodiano’ di come si manifesta un infarto. Il copione cinematografico prevede invariabilmente l’insorgenza di dolore al braccio sinistro, senso di costrizione al torace, sudorazione fredda e collasso ma le modalità di presentazione di un attacco di cuore possono essere molto diverse e soprattutto nelle donne sono atipiche rispetto a questo set di sintomi. Questo ha fatto si che le donne non siano consapevoli del rischio e che frequentemente sottovalutino alcuni sintomi, rimandando il ricorso alle cure mediche. Solo in Italia, le malattie del cuore, angina pectoris, infarti del miocardio e cardiopatie ischemiche, causano oltre 80mila morti l’anno. Le donne sono colpite tanto quanto gli uomini.

Ma quali sono effettivamente i sintomi negli uomini e nelle donne?

Negli uomini i sintomi dell’infarto sono di solito clamorosi: una pugnalata, un dolore insopportabile, un macigno sul petto. Nelle donne spesso solo un senso di peso, o di fastidio, sul petto, un dolorino alla schiena, o alla spalla, o alla mandibola, un po’ di fiato corto, nausea, sudorazione, senso di testa vuota, stanchezza diversa dal solito.

Perché queste differenze?

Le differenze ci sono perché i coaguli di sangue che provocano l’infarto (trombi) nella donna si formano nei rami piccoli e periferici delle arterie coronarie, non nei rami principali come per l'uomo, quindi danno sintomi meno clamorosi.
Il termine trombo [da thrombos = grumo] indica la presenza di un coagulo di sangue che aderisce alle pareti dei vasi, siano essi arteriosi, venosi, capillari o coronarici (che provvedono all'irrorazione sanguigna del cuore).
La presenza di un trombo è una condizione potenzialmente grave, poiché se raggiunge dimensioni significative può ostruire il vaso e bloccarne il flusso. La condizione peggiora ulteriormente quando i trombi vanno ad occludere grossi vasi arteriosi, privando di ossigeno e nutrimento parti di organi vitali, fino a causare ictus, infarto o gangrena.

Quando occuparsi del proprio cuore?

Occuparsi del proprio cuore è sempre importante, fin da giovani, soprattutto se fra i famigliari consanguinei (padre madre sorelle fratelli, nonni) qualcuno ha avuto un infarto precoce, prima dei 65 anni. La protezione del cuore sta nelle scelte dello stile di vita. Il cuore è una cosa seria, dobbiamo sempre pensare alla sua manutenzione.

Quali sono gli esami di controllo?

Una cardiopatia può essere poco sintomatica e può essere scoperta durante una visita medica per sintomi generici come, ad esempio, la stanchezza. Il medico può prescrivere una serie di esami, di laboratorio e di altro tipo, per l’identificazione delle possibili origini dei disturbi. Gli esami del sangue più comuni sono:
Emogasanalisi, esame che valuta i livelli di pH, ossigeno e biossido di carbonio.
Pannello metabolico completo (CMP), un gruppo di analisi impiegato per valutare le funzionalità degli organi.
Elettroliti, quattro analisi che misurano il bilancio idro-salino dell’organismo.
Emocromo completo, ossia il dosaggio delle cellule del sangue; verifica un’eventuale anemia.

Una gamma di  altre analisi e test viene adoperata per la valutazione del dolore toracico ed altri sintomi. In particolare:
Anamnesi (storia medica), inclusa una valutazione dei fattori di rischio quali età, cardiopatia coronarica, diabete e fumo.
Pressione arteriosa.
Esame fisico (molto importante ai fini della valutazione di un eventuale sovrappeso).
Elettrocardiogramma (ECG), un test che registra l’attività elettrica e il ritmo del cuore.
Ecocardiogramma, ossia immagini del cuore ottenute tramite gli ultrasuoni.

Sulla base di tali test, possono risultare necessarie indagini ulteriori, tra cui:
Prova da sforzo.
Radiografia del torace.
TAC (Tomografia Assiale Computerizzata).
Monitoraggio ECG continuo (chiamato anche esame Holter), test che valuta il ritmo cardiaco in un determinato intervallo temporale durante il quale il paziente indossa un sistema di monitoraggio.
RM (Risonanza Magnetica).
PET (Tomografia a emissione positronica).
Cateterismo cardiaco, una procedura che richiede l’inserimento di un tubo sottile e flessibile (catetere) in un’arteria della gamba; il catetere viene spinto fino alle arterie coronarie per valutarne flusso e stato, nonché la pressione nel cuore.
Angiografia coronarica, ossia immagini radiografiche delle arterie eseguite con una sostanza radiopaca per facilitare la diagnosi di cardiopatia coronarica; questa procedura viene eseguita durante un cateterismo cardiaco.

Come prendersi cura del proprio cuore?

Non fumare, controllare il peso, scegliendo cibi poveri di sale e di grassi saturi e di colesterolo, prendere i farmaci prescritti dal medico, per abbassare la pressione, per il diabete, per fluidificare il sangue. Inoltre è fondamentale fare almeno tre volte la settimana 40 minuti di attività fisica: camminare a passo veloce, come se si fosse in ritardo per un appuntamento, o pedalare, o ballare.  Anche solo quindici minuti di attività fisica, in questo caso intensa, come una piccola corsa durante la camminata, fa circolare meglio il sangue, usare le scale anziché l’ascensore, andare in ufficio (se possibile!) a piedi o in bicicletta anziché in auto, pedalare sulla cyclette mentre si guarda la tv, sono tutte attività che chiunque può svolgere. Basta organizzarsi, Qualunque attività fisica è meglio di niente, non ci sono scuse!
 

Prestazioni

Cerca tra le prestazioni

Esami di Laboratorio

  • Chimica Clinica
  • Ematologia
  • Microbiologia
  • Radioimmunologia
  • Biologia Molecolare
  • Dosaggio farmaci e droghe
  • Test di intolleranza alimentare
  • Tossicologia
  • Breath Test
  • Ricerca Papilloma Virus
  • Diagnostica Allergologica
  • Approfondisci

Radiologia Diagnostica

  • Radiologia digitale
  • Risonanza Magnetica Aperta
  • TAC 3D Multislice
  • Ecografia
  • Ecocardiografia
  • Ecocolodoppler
  • Mammografia digitale
  • M.O.C. Dexa
  • Ortopantomografia
  • Dentascan
  • Approfondisci

Medicina Nucleare

Scintigrafie
  • Cardiologica
  • Renale
  • Endocrinologica
  • Epatica
Ricerca di patologie a carattere focale
  • Lesioni ossee di tipo benigno o maligno
  • Ricerca di lesioni primitive (vascolari, neoplastiche, flogistiche)

Convenzioni

Il Centro Basile è accreditato con il Servizio Sanitario Nazionale, con l'ASL Napoli 1 e convenzionato con numerosi Enti.

L'elenco degli esami in convenzione e le relative tariffe sono disponibili in accettazione e alla seguente pagina web.

È necessaria l'impegnativa del Medico di base ed un documento di riconoscimento.
Approfondisci

Servizio trasporti

Sede Principale

  • 7:00 - 20:00
    (Prelievi: 7.00 - 12.00 / 15.00 - 17.00)
  • 7:00 - 13:00 (Prelievi: 7.00 - 11.00)
  • 8:00 - 13:00 (Prelievi: 8.00 - 11.00)
  • NAPOLI Viale Michelangelo, 13
  • 081.5781262 - 081.5789596 - 081.5784343
  • 081.5788792

Sede Arenella (solo laboratorio)

  • 7:30 - 12:30 / 15.30 - 18.30
    (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • 7:30 - 12:30 (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • NAPOLI Via Giacinto Gigante, 86/88
  • 081.5448849
  • 081.5448849

Sede Vomero (solo laboratorio)

  • 7:30 - 12:30 / 15.30 - 18.30
    (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • 7:30 - 12:30 (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • Via Raffaele Morghen 129 – Napoli
  • 081.5788467
  • 081.5788467

Sede Rione Alto (solo laboratorio)

  • 7:30 - 12:30 / 15.30 - 18.00
    (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • 7:30 - 12:30 (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • Via Pasquale del Torto - uscia ascensore Metro Linea 1 – Napoli
  • 081.5468732
  • 081.5468732

Sede Soccavo (Radiologia Diagnostica e Laboratorio)

Reparto Laboratorio

  • 7:30 - 13:30 / 14.30 - 18.30
  • 7:30 - 12:30

Reparto Radiologia

  • 8:30 - 13:30 / 14.30 - 18.30
  • 8:30 - 12:30
  • NAPOLI Via Epomeo, 219
  • 081.7283816
  • 081.7283816

Sede Fuorigrotta (Solo Laboratorio)

  • 7:30 - 13.00 / 15.00 - 18.30
    (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • 7:30 - 11:00 (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • NAPOLI Via E. Arlotta, 21
  • 081.2391774

Sede P.co San Paolo (Solo Laboratorio)

  • 7:30 - 12.00 / 15.30 - 18.00 (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • 8.00 - 11.30 (Prelievi: 8.00 - 10.30)
  • NAPOLI Via M. Bakunin, 15
  • 081.7678065

Scrivici