10 propositi inutili per dimagrire

Un mese: durano così poco le «risoluzioni» che a ogni inizio mese formuliamo in tema di dieta. Lo certifica una ricerca britannica su 5mila persone. Colpa di obiettivi poco realistici. Ma non bisogna arrendersi.

Voglio perdere 10 chili

Perdere 10 chili è un obiettivo ambizioso anche a lungo termine, ecco perché una risoluzione di questo tipo tende a essere abbandonata molto presto. Cercate di perdere massimo due chili in un mese, mangiando in modo sano e corretto e muovendovi di più. Sono i piccoli cambiamenti che durano nel tempo a portare grandi risultati. 

«Il modo corretto per dimagrire esiste», osserva Stefano Erzegovesi, nutrizionista e psichiatra responsabile del Centro dei disturbi alimentari dell’Ospedale San Raffaele di Milano. «Optare per facili scappatoie, come sono spesso i regimi dietetici, mira a ottenere un dimagrimento rapido, il che è uno sbaglio in sé, perché l’effetto desiderato viene in realtà percepito dal corpo come un pericolo». «Le linee guida per combattere l’eccesso di peso — spiega l’esperto — dicono che il calo ponderale non deve superare il 10% nel corso di 6 mesi. Per essere duratura la perdita di peso deve essere lenta perché il corpo in questo modo riesce ad adattarsi meglio al cambiamento».

Proverò la dieta «tal dei tali»

Provare a seguire l’ennesima dieta alla moda condanna al fallimento sicuro. Cibi “miracolosi” e pratiche fantasiose, mutuate spesso dall’esempio delle celebrità, rappresentano spesso scelte estreme e dannose, specie per dimagrire. 

«Dire alla gente quel che serve davvero per perdere peso, che nella sostanza è “mangia di meno e muoviti di più”, non ha lo stesso appeal come inventarsi un cibo-specchietto-per-le-allodole — osserva il dottor Andrea Ghiselli, nutrizionista ricercatore del CREA - Alimenti e nutrizione di Roma —. Le persone preferiscono ricorrere ad alimenti “super” o pasticche inutili per trovare lo stimolo a seguire una dieta e stare attenti a ciò che mangiano». Di solito i regimi che vanno per la maggiore tagliano intere categorie di alimenti, che siano carboidrati, latticini o altro: una pratica non salutare e destinata a durare poco, che oltretutto potrebbe arrecare danni al fisico o al metabolismo, conseguenze che si protraggono nel tempo. Come detto, l’importante è fare attività fisica e mangiare in modo corretto riducendo le porzioni.

Mai più al ristorante

Rinunciare a una serata fuori con gli amici a causa della dieta è il modo migliore per interromperla: sarà frustrante e la volta dopo vi getterete sul buffet. 

Potete invece uscire dopo aver mangiato un paio di mandorle e una mela, così da non arrivare affamati e magari potete iniziare il pasto ordinando un’insalata. In uno studio pubblicato sul Journal of the American Diet Association i ricercatori della Pennsylvania State University hanno scoperto che chi iniziava la cena con un’insalata consumava poi fino al 12% di calorie in meno rispetto agli altri commensali. Potete anche optare per un antipasto leggero a base di verdure e tenervi alla larga dal cestino del pane per ottenere lo stesso risultato. Anche la scelta del tavolo, infine, pare avere la sua importanza: sedersi in una zona buia o defilata del ristorante farebbe sentire meno osservati, accomodarsi invece in un settore in evidenza nel locale indurrebbe a una maggiore consapevolezza del proprio aspetto e aiuterebbe a meditare di più sugli effetti deleteri delle “opzioni ipercaloriche” del menu.

Mangerò pochissimo ogni giorno

Certo, limitare pesantemente l’apporto calorico vi farà buttare giù chili velocemente, peccato che li riprenderete tutti con gli interessi non appena tornerete a mangiare come siete abituati a fare. È l’effetto yo-yo, che tutti sperimentano e che è specialmente dovuto alle diete troppo restrittive. Se vi piace l’idea di seguire un piano fatevelo programmare a vostra misura da un esperto nutrizionista. Sarà più facile da rispettare, non lo abbandonerete dopo un mese e vi porterà risultati più duraturi.

Devo depurarmi con i detox

Dopo un periodo di abbuffate e cibi pesanti, un regime detox può sembrare una buona idea ma non serve a disintossicarsi e neanche a perdere peso. Infatti il nostro corpo è perfettamente in grado di depurarsi da solo visto che fegato e reni sono deputati a questo compito. Sicuramente mangiare in modo sano aiuterà i due organi senza dover inventarsi o (peggio) comprare beveroni appositi. 

Divento vegetariano (o vegano)

Diventare vegetariani o vegani è una scelta rispettabilissima e (con i dovuti accorgimenti) sana, ma non necessariamente porta a perdere peso, dato che togliere le proteine animali dalla dieta non induce per forza a diminuire l’apporto calorico generale. 

Di sicuro è buona cosa che le proteine animali non compongano più di un quarto del piatto a ogni pasto, anzi sarebbe meglio alternarle con quelle vegetali. «La dieta vegana è meglio di quella della maggioranza della popolazione, che esagera con i grassi saturi e con la carne — conferma Andrea Ghiselli —. Essere vegetariani o vegani è insomma una buona scelta per restare sani, ma non indispensabile: se tutti, tanto per cominciare, mangiassimo meno, non dovremmo rinunciare per forza alla carne o ai latticini per vivere in salute».

Mi peserò ogni mattina

Pesarsi quotidianamente non è una buona idea, perché non rappresenta un indicatore preciso dei progressi fatti. Le oscillazioni di peso infatti sono notevoli durante la giornata, ad esempio se si è appena cominciato a fare sport gli etti in più potrebbero dipendere dall’aumento di massa muscolare. Controllarsi va bene, ma l’ideale è una volta la settimana sempre alla stessa ora e di... mercoledì. 

Lo dimostra uno studio pubblicato su PLoS One: nel week end si mette su peso che poi viene smaltito nei giorni lavorativi. «Tenendo conto di questa instabilità, il giorno migliore per pesarsi è il mercoledì: avremo la misurazione che ha la maggior probabilità di riflettere il peso reale». In alternativa si possono usare i “cm” del giro-vita al posto dei “kg”. Se quei pantaloni che non si riuscivano più a indossare ora si allacciano si è sulla buona strada.

Stop totale al «cibo spazzatura»

Un’ottima idea, soprattutto salutare. Ma siccome non lo farete per sempre perché il cibo spazzatura è drogante per sua stessa natura, potete intanto provare a contenere le eccezioni entro una sola volta la settimana e, quando vi sarete abituati, entro una volta al mese. Sicuramente meglio due fette di torta la domenica (magari fatta in casa) che una merendina ogni giorno. È davvero come disintossicarsi: imparerete anche ad apprezzare i cibi sani che vi renderanno sazi più a lungo.

Per dimagrire solo un caffè a colazione

La “madre” di tutti i propositi sbagliati. Fare colazione tutti i giorni aiuta a mangiare meno e in modo più equilibrato durante la giornata. Non solo: introdurre nelle abitudini mattutine qualche grasso in più può aiutare la linea. Una ricerca condotta in Giappone e pubblicata su Appetite ha mostrato che i grassi a colazione risultavano più importanti rispetto a carboidrati e proteine nel ridurre l’assunzione di calorie negli altri pasti. Chi fa regolarmente colazione infatti è meno predisposto al sovrappeso e all’obesità.

Farò un sacco di sport

Fare attività fisica è senz’altro un toccasana per la salute. Non necessariamente fa perdere peso anche se sicuramente porta a consumare più calorie. Attenzione ai “risvolti negativi”: chi inizia a fare sport spesso si trova a mangiare più di quanto consuma, come fosse “giustificato”, non calcolando che un’ora di camminata veloce non può mai “bilanciare” un pasto completo al fast food. I neofiti, poi, dovrebbero essere accompagnati da esperti in modo da abituare il fisico

«La parola d’ordine è gradualità — sottolinea Maurizio Casasco, presidente della Federazione Medico Sportiva Italiana —. È preferibile muoversi un po’ di meno ma tutti i giorni che allenarsi strenuamente due volte a settimana». E per non “mollare il colpo” nel giro di un mese cercate di scegliere un’attività fisica che vi piaccia. «È importante scegliere un tipo di esercizio fisico che amiamo e sia adatto alle proprie caratteristiche e abitudini», osserva l’esperto. Infine, se proprio non siete diventati “patiti” del tennis o della corsa non demordete: bastano anche una fermata del metrò in meno, qualche piano di scale in più, alzarsi dalla scrivania spesso e camminare per i corridoi. In questi casi tutto fa bene.

Fonte: corriere.it

Prestazioni

Cerca tra le prestazioni

Esami di Laboratorio

  • Chimica Clinica
  • Ematologia
  • Microbiologia
  • Radioimmunologia
  • Biologia Molecolare
  • Dosaggio farmaci e droghe
  • Test di intolleranza alimentare
  • Tossicologia
  • Breath Test
  • Ricerca Papilloma Virus
  • Diagnostica Allergologica
  • Approfondisci

Radiologia Diagnostica

  • Radiologia digitale
  • Risonanza Magnetica Aperta
  • TAC 3D Multislice
  • Ecografia
  • Ecocardiografia
  • Ecocolodoppler
  • Mammografia digitale
  • M.O.C. Dexa
  • Ortopantomografia
  • Dentascan
  • Approfondisci

Medicina Nucleare

Scintigrafie
  • Cardiologica
  • Renale
  • Endocrinologica
  • Epatica
Ricerca di patologie a carattere focale
  • Lesioni ossee di tipo benigno o maligno
  • Ricerca di lesioni primitive (vascolari, neoplastiche, flogistiche)

Convenzioni

Il Centro Basile è accreditato con il Servizio Sanitario Nazionale, con l'ASL Napoli 1 e convenzionato con numerosi Enti.

L'elenco degli esami in convenzione e le relative tariffe sono disponibili in accettazione e alla seguente pagina web.

È necessaria l'impegnativa del Medico di base ed un documento di riconoscimento.
Approfondisci

Servizio trasporti

Sede Principale

  • 7:00 - 20:00
    (Prelievi: 7.00 - 12.00 / 15.00 - 17.00)
  • 7:00 - 13:00 (Prelievi: 7.00 - 11.00)
  • 8:00 - 13:00 (Prelievi: 8.00 - 11.00)
  • NAPOLI Viale Michelangelo, 13
  • 081.5781262 - 081.5789596 - 081.5784343
  • 081.5788792

Sede Arenella (solo laboratorio)

  • 7:30 - 12:30 / 15.30 - 18.30
    (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • 7:30 - 12:30 (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • NAPOLI Via Giacinto Gigante, 86/88
  • 081.5448849
  • 081.5448849

Sede Vomero (solo laboratorio)

  • 7:30 - 12:30 / 15.30 - 18.30
    (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • 7:30 - 12:30 (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • Via Raffaele Morghen 129 – Napoli
  • 081.5788467
  • 081.5788467

Sede Rione Alto (solo laboratorio)

  • 7:30 - 12:30 / 15.30 - 18.00
    (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • 7:30 - 12:30 (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • Via Pasquale del Torto - uscia ascensore Metro Linea 1 – Napoli
  • 081.5468732
  • 081.5468732

Sede Soccavo (Radiologia Diagnostica e Laboratorio)

Reparto Laboratorio

  • 7:30 - 13:30 / 14.30 - 18.30
  • 7:30 - 12:30

Reparto Radiologia

  • 8:30 - 13:30 / 14.30 - 18.30
  • 8:30 - 12:30
  • NAPOLI Via Epomeo, 219
  • 081.7283816
  • 081.7283816

Sede Fuorigrotta (Solo Laboratorio)

  • 7:30 - 13.00 / 15.00 - 18.30
    (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • 7:30 - 11:00 (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • NAPOLI Via E. Arlotta, 21
  • 081.2391774

Sede P.co San Paolo (Solo Laboratorio)

  • 7:30 - 12.00 / 15.30 - 18.00 (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • 8.00 - 11.30 (Prelievi: 8.00 - 10.30)
  • NAPOLI Via M. Bakunin, 15
  • 081.7678065

Scrivici