Perché con l’età aumenta l’incidenza dei tumori?

Un nuovo studio conferma il ruolo del sistema immunitario nello sviluppo dei tumori: con l’età anche le nostre difese invecchiano e diventano meno efficienti



Non solo l’accumularsi di mutazioni nel dna nel tempo, ma anche l’invecchiamento del sistema immunitario contribuisce all’aumento dell’incidenza di tumori con l’avanzare dell’età.
A confermare quella che negli ultimi tempi, considerati anche i successi dell’immunoterapia, è diventata più che un’ipotesi è un modello matematico, sviluppato dai ricercatori dell’Università di Dundee (Uk) e descritto su Pnas.

Lo studio

Dopo aver recuperato dal National Cancer Insitute degli Stati Uniti i dati relativi a 2 milioni di casi di tumori di persone tra i 18 e i 70 anni, i ricercatori hanno creato un algoritmo con l’intento di calcolare le probabilità di sviluppare un cancro in relazione all’invecchiamento del sistema immunitario (quindi alla sua perdita di efficienza) oppure in relazione all’accumulo di mutazioni nel tempo.

Questo, per 100 tipi di tumori diversi

Comparando le due serie di risultati ottenuti dal modello matematico con le statistiche reali, il team di ricerca ha concluso che i dati relativi all’ipotesi dell’invecchiamento del sistema immunitario spiegavano meglio l’incremento dell’incidenza del cancro con l’avanzare dell’età.
Ciò però non significa che l’accumulo di mutazioni nel tempo da parte delle cellule tumorali sia da scartare: questo modello resta comunque un caposaldo nella storia della malattia tumorale, per comprendere la sua genesi e la sua progressione.

L’invecchiamento del sistema immunitario?

Una delle principali armi di difesa del nostro organismo contro le infezioni e i tumori sono i linfociti T, un particolare tipo di cellule del sistema immunitario.
I linfociti T sono prodotti dal timo, una piccola ghiandola posta dietro lo sterno. Il timo, però, comincia ad atrofizzarsi già dopo l’adolescenza, producendo sempre meno linfociti T man mano che invecchiamo. La progressiva diminuzione dei livelli di linfociti T comprometterebbe sia la capacità dell’organismo di arginare le infezioni sia di riconoscere ed eliminare le cellule mutate prima che diano origine a neoplasie.

Le evidenze?

Alcune evidenze, secondo gli autori, andrebbero a supporto delle conclusioni del modello matematico. Nell’essere umano, per esempio, l’incidenza di tumori nelle donne è inferiore che negli uomini, e ciò potrebbe essere dovuto al fatto che i livelli di linfociti T circolanti nel genere femminile scemano più lentamente che nel genere maschile. Nel regno animale, invece, gli squali sviluppano molto raramente tumori e, guarda caso, il timo di questi pesci non si atrofizza nel tempo.

Consigli pratici?

I ricercatori nell’articolo non risparmiano qualche consiglio pratico, come implementare i programmi di screening per individuare precocemente le neoplasie dopo i 50 anni, quando l’incidenza di tumori raggiunge il suo picco. E per la ricerca, invece, il suggerimento è di puntare a strategie terapeutiche che agiscano a livello del sistema immunitario, potenziandolo.

Fonte: wired.it

Prestazioni

Cerca tra le prestazioni

Esami di Laboratorio

  • Chimica Clinica
  • Ematologia
  • Microbiologia
  • Radioimmunologia
  • Biologia Molecolare
  • Dosaggio farmaci e droghe
  • Test di intolleranza alimentare
  • Tossicologia
  • Breath Test
  • Ricerca Papilloma Virus
  • Diagnostica Allergologica
  • Approfondisci

Radiologia Diagnostica

  • Radiologia digitale
  • Risonanza Magnetica Aperta
  • TAC 3D Multislice
  • Ecografia
  • Ecocardiografia
  • Ecocolodoppler
  • Mammografia digitale
  • M.O.C. Dexa
  • Ortopantomografia
  • Dentascan
  • Approfondisci

Medicina Nucleare

Scintigrafie
  • Cardiologica
  • Renale
  • Endocrinologica
  • Epatica
Ricerca di patologie a carattere focale
  • Lesioni ossee di tipo benigno o maligno
  • Ricerca di lesioni primitive (vascolari, neoplastiche, flogistiche)

Convenzioni

Il Centro Basile è accreditato con il Servizio Sanitario Nazionale, con l'ASL Napoli 1 e convenzionato con numerosi Enti.

L'elenco degli esami in convenzione e le relative tariffe sono disponibili in accettazione e alla seguente pagina web.

È necessaria l'impegnativa del Medico di base ed un documento di riconoscimento.
Approfondisci

Servizio trasporti

Sede Principale

  • 7:00 - 20:00
    (Prelievi: 7.00 - 12.00 / 15.00 - 17.00)
  • 7:00 - 13:00 (Prelievi: 7.00 - 11.00)
  • 8:00 - 13:00 (Prelievi: 8.00 - 11.00)
  • NAPOLI Viale Michelangelo, 13
  • 081.5781262 - 081.5789596 - 081.5784343
  • 081.5788792

Sede Arenella (solo laboratorio)

  • 7:30 - 12:30 / 15.30 - 18.30
    (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • 7:30 - 12:30 (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • NAPOLI Via Giacinto Gigante, 86/88
  • 081.5448849
  • 081.5448849

Sede Vomero (solo laboratorio)

  • 7:30 - 12:30 / 15.30 - 18.30
    (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • 7:30 - 12:30 (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • Via Raffaele Morghen 129 – Napoli
  • 081.5788467
  • 081.5788467

Sede Soccavo (Radiologia Diagnostica e Laboratorio)

Reparto Laboratorio

  • 7:30 - 13:30 / 14.30 - 18.30
  • 7:30 - 12:30

Reparto Radiologia

  • 8:30 - 13:30 / 14.30 - 18.30
  • 8:30 - 12:30
  • NAPOLI Via Epomeo, 219
  • 081.7283816
  • 081.7283816

Sede Fuorigrotta (Solo Laboratorio)

  • 7:30 - 13.00 / 15.00 - 18.30
    (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • 7:30 - 11:00 (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • NAPOLI Via E. Arlotta, 21
  • 081.2391774

Sede P.co San Paolo (Solo Laboratorio)

  • 7:30 - 12.00 / 15.30 - 18.00 (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • 8.00 - 11.30 (Prelievi: 8.00 - 10.30)
  • NAPOLI Via M. Bakunin, 15
  • 081.7678065

Scrivici