Cistite? Chi non l'ha avuta alzi la mano!

Cistite: per molte donne compagna di viaggio abituale
La cistite acuta è un’infiammazione della vescica, che colpisce sia adulti che bambini, dovuta ad un’infezione urinaria. 
Spesso è dovuta ad un’infezione da parte di microbi presenti naturalmente nel tratto digestivo: gli enterobatteri.
Nell’80% dei casi, si tratta di un batterio denominato Escherichia Coli.
Nelle donne, questi microbi passano facilmente dall'intestino alla vescica per semplici ragioni anatomiche, dato che gli orifizi dell’ano e dell’uretra (canale in cui scorre l’urina proveniente dalla vescica) sono estremamente vicini tra loro.

Una donna su due ha avuto o avrà la cistite nel corso della propria vita.
I sintomi abituali della cistite sono:
  • bruciore al tratto urinario
  • stimoli frequenti ed impellenti di urinare, espellendo spesso solo una lieve quantità di urina, associati a dolori al basso ventre
  • l’urina in genere è torbida in quanto contiene globuli bianchi, espressione della reazione dell’organismo nei confronti dell’infezione
  • può anche contenere un po’ di sangue a causa dell’infiammazione della vescica, ma ciò non è un indice di gravità della patologia
  • la cistite talvolta provoca febbre e brividi
Fattori che favoriscono la cistite
  • rapporti sessuali
  • ricorso a lavande vaginali con prodotti che provocano squilibrio della flora batterica locale
  • alterazioni del transito intestinale (diarrea o stipsi)
  • menopausa, in quanto è associata ad un’atrofia della mucosa vaginale e ad una riduzione delle secrezioni vaginali, fattore di proliferazione dei microbi
  • scarsa assunzione di bevande (meno di 1,5 litri/giorno)
  • diabete
  • gravidanza
Complice l'estate
D’estate la situazione peggiora: il caldo aumenta la proliferazione batterica, le spiagge sporche, il sudore e l’igiene intima che dovrebbe diventare più frequente, sono tutti fattori determinanti. 
Al mare, complice il cambio di clima e di abitudini, i fattori di rischio aumentano vertiginosamente: caldo e sudorazione sono i primi colpevoli, in quanto riducono la quantità di urina prodotta, determinando un incremento della concentrazione batterica nella vescica. Inoltre s'incrementa l’uso di assorbenti interni, si verifica un’attività sessuale più intensa con il conseguente uso di diaframma, e profilattico, altro fattore sarà la stitichezza tipica che colpisce quando si va in vacanza. L’ambiente umido, come quello determinato dal costume bagnato tenuto addosso per diverse ore, crea poi le condizioni ottimali alla proliferazione dei batteri e, di conseguenza, l’insorgere dell’infezione. 
Salsedine, sabbia e polvere contribuiscono anch'essi a far prolificare i microrganismi nocivi, irritando e quindi indebolendo le difese della mucosa vaginale, così come pure l’acqua di mare, che, soprattutto laddove non sia pulita, è spesso ricca di batteri coliformi. E non si salva dal contagio neppure chi sceglie la piscina: anche il cloro, infatti, impoverendo le difese immunitarie, favorisce l’insorgere del disturbo.

Come fare allora per evitare di rovinarsi gli unici giorni di ferie con la cistite? 
Prevenire grazie a piccoli accorgimenti: 
È importante, innanzitutto, bere molta acqua (almeno 2 litri al giorno) e urinare di frequente, andando al bagno quando si ha necessità, senza trattenersi.
Un altro rilevante aspetto di prevenzione riguarda la cura per l’igiene intima. Specialmente alle donne si raccomanda di lavarsi a fondo dopo essere andate di corpo, per ridurre la diffusione dei batteri dalla zona anale alla vagina. Il lavaggio deve essere delicato, seguendo il verso che va dalla parte anteriore a quella posteriore, ed è consigliabile, inoltre, lavarsi con l’acqua corrente.
Altri accorgimenti riguardano la vita sessuale: prima dei rapporti, è opportuno pulire accuratamente la zona genitale, mentre dopo i rapporti è utile svuotare la vescica, per favorire l’espulsione dei batteri. 

È consigliabile porre attenzione all'abbigliamento, evitando indumenti troppo stretti e indossando biancheria intima in cotone o lino, e non in nylon. Alcuni sport, come ciclismo, motociclismo o equitazione, possono generare piccoli traumi o sfregamenti alla zona genitale che possono dare origine a processi infiammatori.

La prevenzione della cistite passa anche dalla dieta. Mangiare molta frutta e verdura (agrumi, kiwi e vegetali a foglia verde, in particolare) assicura un corretto apporto di vitamina C, che aumenta il livello di acidità dell’urina e agisce come antibatterico. L’estratto di mirtillo rosso è particolarmente interessante in quanto riduce l’adesione del batterio Escherichia Coli alle mucose delle vie urinarie. Recenti studi, infine, evidenziano gli effetti benefici dei probiotici, specialmente tra gli anziani e le donne in menopausa. Cicli di integrazione con prodotti a base di queste due sostanze, sono molto consigliati perché costituiscono un’utile prevenzione delle cistiti recidivanti (cistiti che si manifestano almeno tre volte nell'arco di un anno). 
Al contrario, tè, caffè, bevande alcoliche, spezie e il fumo di sigaretta costituiscono fattori di rischio, in quanto possono determinare irritazioni alla vescica: è consigliabile quantomeno non abusarne per aiutare nel prevenire la cistite.

Esami per confermare la diagnosi
Un semplice esame delle urine per la ricerca di globuli bianchi (leucociti) e di nitriti (prodotti da alcuni batteri come Escherichia Coli) è sufficiente per confermare la presenza di infezione urinaria.
È possibile eseguire anche un antibiogramma al fine di determinare l'antibiotico più sensibile da utilizzare per il trattamento del batterio che è stato isolato, quale responsabile dell'infezione. Tale esame è particolarmente importante in caso di ricaduta (se i sintomi ricompaiono alcuni giorni dopo l’assunzione della terapia), di recidiva (nuovo episodio di cistite alcune settimane dopo), nelle donne incinte o in caso di diabete.
Per un'analisi precisa è importante utilizzare l' urina del primo mattino (prima minzione), questa è spesso acida e concentrata, ciò la rende adatta per la rilevazione dei batteri.

Per prevenire la diagnosi di malattie a carico dell'apparato urinario è importante sottoporsi, dopo i 20 anni, ad esame delle urine ogni due anni.

Insomma, se non vogliamo passare anche queste vacanze chiuse in cabina a combattere con quell'imbarazzante bruciore, non trascuriamo questi piccoli accorgimenti…potrebbero salvarci l’estate!


Prestazioni

Cerca tra le prestazioni

Esami di Laboratorio

  • Chimica Clinica
  • Ematologia
  • Microbiologia
  • Radioimmunologia
  • Biologia Molecolare
  • Dosaggio farmaci e droghe
  • Test di intolleranza alimentare
  • Tossicologia
  • Breath Test
  • Ricerca Papilloma Virus
  • Diagnostica Allergologica
  • Approfondisci

Radiologia Diagnostica

  • Radiologia digitale
  • Risonanza Magnetica Aperta
  • TAC 3D Multislice
  • Ecografia
  • Ecocardiografia
  • Ecocolodoppler
  • Mammografia digitale
  • M.O.C. Dexa
  • Ortopantomografia
  • Dentascan
  • Approfondisci

Medicina Nucleare

Scintigrafie
  • Cardiologica
  • Renale
  • Endocrinologica
  • Epatica
Ricerca di patologie a carattere focale
  • Lesioni ossee di tipo benigno o maligno
  • Ricerca di lesioni primitive (vascolari, neoplastiche, flogistiche)

Convenzioni

Il Centro Basile è accreditato con il Servizio Sanitario Nazionale, con l'ASL Napoli 1 e convenzionato con numerosi Enti.

L'elenco degli esami in convenzione e le relative tariffe sono disponibili in accettazione e alla seguente pagina web.

È necessaria l'impegnativa del Medico di base ed un documento di riconoscimento.
Approfondisci

Servizio trasporti

Sede Principale

  • 7:00 - 20:00
    (Prelievi: 7.00 - 12.00 / 15.00 - 17.00)
  • 7:00 - 13:00 (Prelievi: 7.00 - 11.00)
  • 8:00 - 13:00 (Prelievi: 8.00 - 11.00)
  • NAPOLI Viale Michelangelo, 13
  • 081.5781262 - 081.5789596 - 081.5784343
  • 081.5788792

Sede Arenella (solo laboratorio)

  • 7:30 - 12:30 / 15.30 - 18.30
    (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • 7:30 - 12:30 (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • NAPOLI Via Giacinto Gigante, 86/88
  • 081.5448849
  • 081.5448849

Sede Vomero (solo laboratorio)

  • 7:30 - 12:30 / 15.30 - 18.30
    (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • 7:30 - 12:30 (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • Via Raffaele Morghen 129 – Napoli
  • 081.5788467
  • 081.5788467

Sede Rione Alto (solo laboratorio)

  • 7:30 - 12:30 / 15.30 - 18.00
    (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • 7:30 - 12:30 (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • Via Pasquale del Torto - uscia ascensore Metro Linea 1 – Napoli
  • 081.5468732
  • 081.5468732

Sede Soccavo (Radiologia Diagnostica e Laboratorio)

Reparto Laboratorio

  • 7:30 - 13:30 / 14.30 - 18.30
  • 7:30 - 12:30

Reparto Radiologia

  • 8:30 - 13:30 / 14.30 - 18.30
  • 8:30 - 12:30
  • NAPOLI Via Epomeo, 219
  • 081.7283816
  • 081.7283816

Sede Fuorigrotta (Solo Laboratorio)

  • 7:30 - 13.00 / 15.00 - 18.30
    (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • 7:30 - 11:00 (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • NAPOLI Via E. Arlotta, 21
  • 081.2391774

Sede P.co San Paolo (Solo Laboratorio)

  • 7:30 - 12.00 / 15.30 - 18.00 (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • 8.00 - 11.30 (Prelievi: 8.00 - 10.30)
  • NAPOLI Via M. Bakunin, 15
  • 081.7678065

Scrivici