Più attenzione ai gioielli di famiglia!

Come la donna si sente profondamente colpita nella sua femminilità quando scopre di avere un tumore al seno o alle ovaie, così l’uomo lo è nella sua virilità se sviluppa un tumore al testicolo. E' la neoplasia più frequente tra i giovani maschi con età compresa fra i 25 e i 49 anni, i sintomi sono molto simili a quelli dell’orchite o del criptorchidismo, ma la si può combattere con la diagnosi precoce.

Bastano cinque semplici mosse, da eseguire periodicamente superati i quindici anni, per scoprire se nel testicolo c’è qualche anomalia che può far pensare ad un tumore.

La parola d’ordine è autopalpazione, proprio come fanno le donne con il seno.



LE 5 REGOLE DA SEGUIRE PER L'AUTOPALPAZIONE


  1. prendere il testicolo nel palmo delle mani, prima l’uno e poi l’altro. Le dimensioni potrebbero non essere uguali, ovvero l’uno potrebbe risultare più grande dell’altro;
  2. ogni testicolo va esaminato facendolo ruotare delicatamente tra pollice e indice di entrambe le mani;
  3. con le dita andare alla ricerca di noduli duri, gonfiori morbidi o tondeggianti, diversa tessitura della superficie testicolare o anomalie. Se si hanno dei sospetti parlarne subito con un medico;
  4. la manovra va effettuata una volta al mese. È bene, per non dimenticarsene, segnare la data dell’ultimo auto-esame in agenda;
  5. il momento più indicato per eseguire la palpazione dei testicoli è dopo un bagno caldo, quando cioè il sacco scrotale è rilassato;
Alcuni individui presentano un rischio più elevato rispetto ad altri di sviluppare un tumore.
Ciò può dipendere da alcuni fattori, i cosiddetti fattori di rischio.
Per il carcinoma del testicolo non sono stati tuttavia identificati fattori di rischio certi a eccezione del criptorchidismo (la presenza cioè di un testicolo ritenuto nel cavo addominale e non disceso, come di norma accade, nella borsa scrotale), che aumenta il rischio di sviluppare un tumore del testicolo.

Altri fattori sospetti, anche se non ancora verificati con certezza, sono:

    •    la presenza di elevati valori ormonali durante la gravidanza
    •    una storia familiare di tumori del testicolo
    •    l’esposizione lavorativa a radiazioni ionizzanti
    •    la presenza di una rara condizione genetica, la sindrome di Klinefelter

Va inoltre ricordata la frequente associazione dei tumori del testicolo ad anomalie più o meno gravi nella produzione dello sperma, fino ad arrivare all'infertilità.

Il processo tumorale si contraddistingue per la comparsa di dolore scrotale e di un rigonfiamento a livello dei testicoli, le cui dimensioni sono simili a quelle di un pisello.

Di fronte al riscontro di una massa dura a livello scrotale va sempre sospettata la presenza di un tumore del testicolo, il medico dovrà confermare o meno questa diagnosi, cioè stabilire se si tratta realmente di un tumore del testicolo e, in caso affermativo, dovrà definire le caratteristiche del tumore.
Il primo passo consiste nell'effettuazione di una ecografia scrotale associata, in caso di conferma del dubbio clinico, seguirà un prelievo di sangue per la determinazione di alcuni marcatori tumorali (AFP, cioè alfa fetoproteina; beta HCG, cioè beta Human Chorionic Gonadotropin, la stessa del test di gravidanza, e LDH, cioè Lattato deidrogenasi). Il dosaggio di questi marcatori è essenziale per definire la successiva migliore strategia terapeutica.

Secondo uno studio americano, a partire dagli '70, i malati di tumore ai testicoli in tutto il mondo sono aumentati in modo deciso e inspiegabile. Tuttavia, questo incremento non si è tradotto in un aumento della mortalità, anzi, si è notata una tendenza del tutto opposta. Ciò si spiega con i progressi fatti dalla medicina, che garantiscono, ormai, buone possibilità di guarigione da tale neoplasia.

La diagnosi, se precoce, offre buone possibilità di guarigione. Le possibilità di una risoluzione positiva della malattia aumentano notevolmente grazie ai controlli periodici che ogni uomo può eseguire in totale autonomia, nel proprio intimo e senza imbarazzo.

Prestazioni

Cerca tra le prestazioni

Esami di Laboratorio

  • Chimica Clinica
  • Ematologia
  • Microbiologia
  • Radioimmunologia
  • Biologia Molecolare
  • Dosaggio farmaci e droghe
  • Test di intolleranza alimentare
  • Tossicologia
  • Breath Test
  • Ricerca Papilloma Virus
  • Diagnostica Allergologica
  • Approfondisci

Radiologia Diagnostica

  • Radiologia digitale
  • Risonanza Magnetica Aperta
  • TAC 3D Multislice
  • Ecografia
  • Ecocardiografia
  • Ecocolodoppler
  • Mammografia digitale
  • M.O.C. Dexa
  • Ortopantomografia
  • Dentascan
  • Approfondisci

Medicina Nucleare

Scintigrafie
  • Cardiologica
  • Renale
  • Endocrinologica
  • Epatica
Ricerca di patologie a carattere focale
  • Lesioni ossee di tipo benigno o maligno
  • Ricerca di lesioni primitive (vascolari, neoplastiche, flogistiche)

Convenzioni

Il Centro Basile è accreditato con il Servizio Sanitario Nazionale, con l'ASL Napoli 1 e convenzionato con numerosi Enti.

L'elenco degli esami in convenzione e le relative tariffe sono disponibili in accettazione e alla seguente pagina web.

È necessaria l'impegnativa del Medico di base ed un documento di riconoscimento.
Approfondisci

Servizio trasporti

Sede Principale

  • 7:00 - 20:00
    (Prelievi: 7.00 - 12.00 / 15.00 - 17.00)
  • 7:00 - 13:00 (Prelievi: 7.00 - 11.00)
  • 8:00 - 13:00 (Prelievi: 8.00 - 11.00)
  • NAPOLI Viale Michelangelo, 13
  • 081.5781262 - 081.5789596 - 081.5784343
  • 081.5788792

Sede Arenella (solo laboratorio)

  • 7:30 - 12:30 / 15.30 - 18.30
    (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • 7:30 - 12:30 (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • NAPOLI Via Giacinto Gigante, 86/88
  • 081.5448849
  • 081.5448849

Sede Vomero (solo laboratorio)

  • 7:30 - 12:30 / 15.30 - 18.30
    (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • 7:30 - 12:30 (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • Via Raffaele Morghen 129 – Napoli
  • 081.5788467
  • 081.5788467

Sede Rione Alto (solo laboratorio)

  • 7:30 - 12:30 / 15.30 - 18.00
    (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • 7:30 - 12:30 (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • Via Pasquale del Torto - uscia ascensore Metro Linea 1 – Napoli
  • 081.5468732
  • 081.5468732

Sede Soccavo (Radiologia Diagnostica e Laboratorio)

Reparto Laboratorio

  • 7:30 - 13:30 / 14.30 - 18.30
  • 7:30 - 12:30

Reparto Radiologia

  • 8:30 - 13:30 / 14.30 - 18.30
  • 8:30 - 12:30
  • NAPOLI Via Epomeo, 219
  • 081.7283816
  • 081.7283816

Sede Fuorigrotta (Solo Laboratorio)

  • 7:30 - 13.00 / 15.00 - 18.30
    (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • 7:30 - 11:00 (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • NAPOLI Via E. Arlotta, 21
  • 081.2391774

Sede P.co San Paolo (Solo Laboratorio)

  • 7:30 - 12.00 / 15.30 - 18.00 (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • 8.00 - 11.30 (Prelievi: 8.00 - 10.30)
  • NAPOLI Via M. Bakunin, 15
  • 081.7678065

Scrivici