Allergie ai pollini e ai cibi: un mix pericoloso

Essere allergici alla betulla e sentirsi pizzicare la lingua quando si mangia una mela o un pezzetto di finocchio, non tollerare il polline dell’ambrosia e ritrovarsi con la bocca gonfia dopo aver mangiato un po’ di anguria o di cetriolo.


Si chiama sindrome orale allergica e si manifesta in caso di allergie crociate, quando cioè allergeni (di pollini, acari o altro) e cibi anche molto diversi fra loro, ma che condividono «pezzetti» di proteine, scatenano entrambi la risposta anomala del sistema immunitario: un incrocio pericoloso che è sempre più comune, così come sono in aumento le allergie in generale.

Colpa (anche) di una dieta tropo grassa

Lo hanno sottolineato gli esperti dell’American Academy of Allergy, Asthma and Immunology , sottolineando che negli Stati Uniti fino al 50-75% degli allergici alla betulla ha fastidi mangiando il sedano o le mele. Una delle cause dell’incremento del problema, secondo gli specialisti americani, può essere la dieta troppo ricca di grassi: uno studio ha dimostrato che nel giro di sei mesi un’alimentazione in cui il 40% delle calorie arrivi dai grassi modifica la flora batterica intestinale aumentando le specie che favoriscono l’infiammazione e il «deragliamento» del sistema immunitario verso le allergie.

Effetto protettivo della dieta mediterranea

La dieta può incidere sulla probabilità di sviluppare allergie, soprattutto alimentari: non a caso queste sono molto più frequenti negli Usa, mentre in Italia sono meno diffuse grazie all’effetto protettivo dell’alimentazione mediterranea.

Diagnosi allergologico-molecolare

Anche le reazioni crociate non sono così frequenti né inevitabili negli allergici, ma è importante identificarle per dare consigli ai pazienti che magari hanno fastidi mangiando alcuni cibi ma non hanno mai collegato il problema alla loro allergia. Per individuare le allergie crociate serve una diagnosi allergologica molecolare, ovvero test che setacciano pannelli di decine e decine di molecole-allergeni individuando quelli con cui il paziente reagisce e identificando così tutte le possibili cross-reattività. Se, per esempio, la persona è allergica alla tropomiosina degli acari avrà fastidi anche mangiando crostacei e lumache

I test molecolari contro le allergie

I test molecolari, al momento eseguibili solo privatamente, sono l’Isac, che cerca fra 112 allergeni diversi, oppure l’ancor più nuovo Alex, che ne vaglia ben 282; in un prossimo futuro sono attesi test per oltre 300 antigeni. Essenziale, dopo aver individuato che cosa può far scattare prurito e gonfiore in bocca, è capire se le proteine contro cui scatta la reazione siano o meno resistenti al calore per sapere se l’alimento che dà la sindrome orale allergica diventi innocuo una volta cotto.

Il ruolo del clima e dell'inquinamento

I casi di allergie crociate crescono soprattutto perché sono in aumento tutte le altre, per colpa degli stili di vita ma anche del cambiamento climatico. Con l’aumento delle temperature i pollini sono nell’ambiente sempre più a lungo e in quantità maggiori. A ciò si aggiunge l’inquinamento, che danneggia le mucose respiratorie rendendole più permeabili agli antigeni e quindi più esposte alla sensibilizzazione allergica: le particelle esauste da diesel, per esempio, aumentano la produzione delle immunoglobuline E (fra i principali mediatori della risposta allergica). Non c’è quindi una sola causa, ma tanti fattori che sommandosi possono facilitarne la comparsa. Per prevenirle non si può fare molto, per cui è importante gestirle nel modo corretto.

Come difendersi

L’Associazione Mondiale per le Malattie Infettive e i Disordini Immunologici (WAidid) ha per questo pubblicato un decalogo per difendersi dai pollini in questo periodo. Chi soffre di rinite allergica e/o asma dovrebbe sottoporsi, sempre dopo aver consultato uno specialista, a immunoterapia specifica: è efficace nel controllare i sintomi e può essere fatta anche solo poco prima e durante la stagione allergica, con iniezioni sottocute una volta al mese, gocce o compresse sublinguali, che esistono da poco per gli acari e per le graminacee. L’immunoterapia specifica è molto utile, ma solo il 5% di chi sarebbe un candidato adatto la fa.

Ambulatorio di allergologia Basile

Nella nostra sede centrale di Viale Michelangelo 13 è possibile prenotare la tua visita e i test per le allergie respiratorie e alimentari. Prenota il tuo screening allergologico al numero 081- 578 12 62.

Fonte: corriere.it

Prestazioni

Cerca tra le prestazioni

Esami di Laboratorio

  • Chimica Clinica
  • Ematologia
  • Microbiologia
  • Radioimmunologia
  • Biologia Molecolare
  • Dosaggio farmaci e droghe
  • Test di intolleranza alimentare
  • Tossicologia
  • Breath Test
  • Ricerca Papilloma Virus
  • Diagnostica Allergologica
  • Approfondisci

Radiologia Diagnostica

  • Radiologia digitale
  • Risonanza Magnetica Aperta
  • TAC 3D Multislice
  • Ecografia
  • Ecocardiografia
  • Ecocolodoppler
  • Mammografia digitale
  • M.O.C. Dexa
  • Ortopantomografia
  • Dentascan
  • Approfondisci

Medicina Nucleare

Scintigrafie
  • Cardiologica
  • Renale
  • Endocrinologica
  • Epatica
Ricerca di patologie a carattere focale
  • Lesioni ossee di tipo benigno o maligno
  • Ricerca di lesioni primitive (vascolari, neoplastiche, flogistiche)

Convenzioni

Il Centro Basile è accreditato con il Servizio Sanitario Nazionale, con l'ASL Napoli 1 e convenzionato con numerosi Enti.

L'elenco degli esami in convenzione e le relative tariffe sono disponibili in accettazione e alla seguente pagina web.

È necessaria l'impegnativa del Medico di base ed un documento di riconoscimento.
Approfondisci

Servizio trasporti

Sede Principale

  • 7:00 - 20:00
    (Prelievi: 7.00 - 12.00 / 15.00 - 17.00)
  • 7:00 - 13:00 (Prelievi: 7.00 - 11.00)
  • 8:00 - 13:00 (Prelievi: 8.00 - 11.00)
  • NAPOLI Viale Michelangelo, 13
  • 081.5781262 - 081.5789596 - 081.5784343
  • 081.5788792

Sede Arenella (solo laboratorio)

  • 7:30 - 12:30 / 15.30 - 18.30
    (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • 7:30 - 12:30 (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • NAPOLI Via Giacinto Gigante, 86/88
  • 081.5448849
  • 081.5448849

Sede Vomero (solo laboratorio)

  • 7:30 - 12:30 / 15.30 - 18.30
    (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • 7:30 - 12:30 (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • Via Raffaele Morghen 129 – Napoli
  • 081.5788467
  • 081.5788467

Sede Rione Alto (solo laboratorio)

  • 7:30 - 12:00 / 15.30 - 18.00
    (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • 7:30 - 12:30 (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • Via Pasquale del Torto - uscia ascensore Metro Linea 1 – Napoli
  • 081.5468732
  • 081.5468732

Sede Soccavo (Radiologia Diagnostica e Laboratorio)

Reparto Laboratorio

  • 7:30 - 13:30 / 14.30 - 18.30
  • 7:30 - 12:30

Reparto Radiologia

  • 8:30 - 13:30 / 14.30 - 18.30
  • 8:30 - 12:30
  • NAPOLI Via Epomeo, 219
  • 081.7283816
  • 081.7283816

Sede Fuorigrotta (Solo Laboratorio)

  • 7:30 - 13.00 / 15.00 - 18.30
    (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • 7:30 - 11:00 (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • NAPOLI Via E. Arlotta, 21
  • 081.2391774

Sede P.co San Paolo (Solo Laboratorio)

  • 7:30 - 12.00 / 15.30 - 18.00 (Prelievi: 7.30 - 11.00)
  • 8.00 - 11.30 (Prelievi: 8.00 - 10.30)
  • NAPOLI Via M. Bakunin, 15
  • 081.7678065

Scrivici